BACILLUS SUBTILIS

Bacillus subtilis è un batterio che agisce preventivamente eliminando o riducendo l'attacco di funghi parassiti entrando in competizione con essi, sottraendo sostanze nutritive e spazio ai microrganismi patogeni inibendone la germinazione.
IMPIEGHI AUTORIZZATI E INTERVALLI DI SICUREZZA (gg.)
Il formulato Serenade Max (reg. 12628) risulta autorizzato su melo, pero, pesco, nettarine, albicocco, ciliegio, susino, vite, fragola, lattuga e simili, pomodoro, peperone e melanzana, con intervallo di sicurezza di 3 gironi.
LMR LIMITI MASSIMI DI RESIDUI (mg/kg)
  • Regolamento (CE) n. 839/2008 del 31 luglio 2008:
Bacillus subtilis — ceppo QST 713: sostanza attiva inserita nell'allegato IV del regolamento (CE) n. 396/2005 che riporta l'elenco delle sostanze attive valutate a norma della direttiva 91/414/CEE per le quali non sono necessari LMR, di cui all’articolo 5, paragrafo 1.
AGRICOLTURA BIOLOGICA
Microrganismi: sostanza attive utilizzabili in agricoltura biologica a norma del regolamento (CEE) n. 2092/91 poi abrogato e sostituito dal regolamento (CE) n. 834/2007 del 28 giugno 2007 che ne ha confermato l'uso in agricoltura biologica (vedi allegato II del regolamento (CE) n. 889/2008 poi modificato con regolamento n. 354/2014 dell'8 aprile 2014).
Descrizione, requisiti di composizione, condizioni per l'uso: Prodotti specificati nell'allegato del regolamento di esecuzione (UE) n. 540/2011 della Commissione non provenienti da OGM.
REVISIONE EUROPEA
Sostanza attiva approvata a norma del regolamento (CE) n. 1107/2009 con la seguente disposizione specifica (Parte A): "Possono essere autorizzati solo gli usi come fungicida."
Riferimenti normativi:
  • Direttiva 2007/6/CE della Commissione del 14 febbraio 2007 che modifica la direttiva 91/414/CEE del Consiglio per l'iscrizione delle sostanze attive metrafenone, Bacillus subtilis, spinosad e tiametoxam.
  • Decreto 29 Maggio 2007 (GU n. 202 del 31-8-2007 ) Inclusione delle sostanze attive metrafenone, bacillus subtilis, spinosad, tiametoxam nell'allegato I del decreto legislativo 17 marzo 1995, n 194, in attuazione della direttiva 2007/6/CE della Commissione del 14 febbraio 2007.
  • Regolamento di esecuzione (UE) n. 540/2011 della Commissione del 25 maggio 2011 recante disposizioni di attuazione del regolamento (CE) n. 1107/2009 del Parlamento europeo e del Consiglio per quanto riguarda l'elenco delle sostanze attive approvate
  • Regolamento di esecuzione (UE) n. 487/2014 della Commissione del 12 maggio 2014 che modifica il regolamento (UE) n. 540/2011 per quanto riguarda la proroga del periodo di approvazione delle sostanze attive Bacillus subtilis (Cohn 1872) ceppo QST 713, identico al ceppo AQ 713, clodinafop, metrafenone, pirimicarb, rimsulfuron, spinosad, tiametoxam, tolclofos-metile e triticonazolo
CAMPO DI IMPIEGO
Fungicida biologico per la difesa di melo, pero, albicocco, pesco, nettarine, susino, ciliegio, vite, fragola, lattughe e simili, pomodoro, melanzana e peperone.
SPETTRO D'AZIONE
Bacillus subtilis, ceppo QST 713 si sua per per il contenimento di Venturia spp. (ticchiolatura) e di Erwinia amylovora (fuoco batterico) su pomacee, di Botrytis cinerea (muffa grigia) su vite, fragola, pomodoro, peperone, melanzana, di Sclerotinia spp. (sclerotinia) su lattuga e simili, di Monilinia spp. (monilia) e di Xanthomonas arboricola (maculatura/cancro batterico delle drupacee) su pesco, albicocco, susino, ciliegio, nettarine e di Pseudomonas syringae (batteriosi) su pomodoro.
MODO D'AZIONE
Bacillus subtilis è un batterio che agisce preventivamente eliminando o riducendo l'attacco di funghi parassiti entrando in competizione con essi, sottraendo sostanze nutritive e spazio ai microrganismi patogeni inibendone la germinazione.
FORMULAZIONI
Polvere bagnabile
MODALITA' DI IMPIEGO
Modalità e dosi di impiego riferite a prodotti a base di Bacillus subtilis ceppo QST 713 al 15,67% sotto forma di polvere bagnabile.
  • Vite
Botrytis cinerea 2,5 - 4 Kg/ha utilizzando volumi d’acqua di 500 - 1000 l/ha Numero di trattamenti: massimo 5. Epoca d’impiego: intervenire all’infestazione o secondo le indicazioni locali, dallo stadio di 80 % di fiori aperti fino a inizio maturazione (inizio comparsa tipico colore varietale).
  • Melo e pero
Venturia spp.: 2,5 - 4 Kg/ha utilizzando volumi d’acqua di 500 - 1000 l/ha. Numero di trattamenti: massimo 8. Epoca d’impiego: intervenire all’infestazione o secondo le indicazioni locali, dallo stadio di orecchiette di topo fino a frutto noce.
Erwinia amylovora: 2,5 - 4 Kg/ha utilizzando volumi d’acqua di 500 - 1000 l/ha. Numero di trattamenti: massimo 4. Epoca d’impiego: intervenire all’infestazione (durante la fioritura) o secondo le indicazioni locali.
  • Fragola
Botrytis cinerea: 2,5 - 3,5 Kg/ha utilizzando volumi d’acqua di 500 - 1000 l/ha. Numero di trattamenti: massimo 4. Epoca d’impiego: intervenire all’infestazione o secondo le indicazioni locali, dallo stadio di inizio fioritura fino alla raccolta.
  • Lattuga e simili
Sclerotinia spp.: 2,5 - 4 Kg/ha utilizzando volumi d’acqua di 500 - 1000 l/ha. Numero di trattamenti: massimo 4.Epoca d’impiego: intervenire all’infestazione o secondo le indicazioni locali, dallo stadio di 4 foglie vere a fine ingrossamento cespo.
  • Pesco, albicocco, susino, ciliegio, nettarine
Monilinia spp.: 2,5 - 4 Kg/ha utilizzando volumi d’acqua di 500 - 1000 l/ha. Numero di trattamenti: massimo 4. Epoca d’impiego: intervenire all’infestazione o secondo le indicazioni locali, dallo stadio di frutto noce alla raccolta.
Xanthomonas arboricola: 2,5 - 4 Kg/ha utilizzando volumi d’acqua di 500 - 1000 l/ha. Numero di trattamenti: massimo 4. Epoca d’impiego: intervenire all’infestazione o secondo le indicazioni locali, dallo stadio di scamiciatura all’invaiatura.
  • Pomodoro, peperone, melanzana
Botrytis cinerea: 2,5 - 4 Kg/ha utilizzando volumi d’acqua di 500 - 1000 l/ha. Numero di trattamenti: massimo 4. Epoca d’impiego: intervenire all’infestazione o secondo le indicazioni locali, dallo stadio di allegagione alla raccolta.
  • Pomodoro
Pseudomonas syringae: 2,5 - 4 Kg/ha utilizzando volumi d’acqua di 500 - 1000 l/ha. Numero di trattamenti: massimo 4. Epoca d’impiego: intervenire all’infestazione o secondo le indicazioni locali, da pre-fioritura alla raccolta.
COMPATIBILITA’
Evitare miscele con prodotti che potrebbero danneggiare il microrganismo.
Bacillus subtilis — ceppo QST 713: sostanza attiva inserita nell'allegato IV del regolamento (CE) n. 396/2005 che riporta l'elenco delle sostanze attive valutate a norma della direttiva 91/414/CEE per le quali non sono necessari LMR, di cui all’articolo 5, paragrafo 1.
Prodotti contenenti BACILLUS SUBTILIS