OLIO DI SOIA

In Italia l'olio di soia è autorizzato sia come coadiuvante di miscele contenenti sali rameici (da ossicloruro, idrossido e poltiglia bordolese) sia come coadiuvante per insetticidi. Il suo impiego consente di incrementare la dimensione media delle gocce irrorate, di ridurre la velocità di evaporazione e di aumentare la superficie di contatto con il bersaglio. Ciò si traduce in una minore sensibilità del getto erogato all'effetto della deriva, in minori perdite per evaporazione durante la fase di distribuzione, e in un incremento dei depositi di prodotto sulle parti trattate. Questi vantaggi consentono di mantenere inalterata l'efficacia dei prodotti rameici quando addizionati del prodotto e applicati a dosaggi ridotti rispetto alla dose normale di impiego.
Il prodotto non possiede alcuna efficacia biologica ma agisce esclusivamente per via fisica.
  • Sostanza attiva (microrganismo) utilizzabile in agricoltura biologica a norma del regolamento (CEE) n. 2092/91 e prorogata dall'articolo 16, paragrafo 3, lettera c), del regolamento (CE) n. 834/2007. (Regolamento (CE) n. 889/2008 - Allegato II).