MEPTYLDINOCAP

Il 2,4 MH, secondo la classificazione IUPAC, è la sostanza chimica 2,4-dinitro-6-(1-methylheptyl)phenyl crotonate
Meptyldinocap è una nuova sostanza attiva appartenente alla famiglia chimica dei Dinitrofenoli.
PESO MOLECOLARE
364,2
DENSITA'
1,11 g/cm3 a 20° C
ASPETTO FISICO
Liquido Giallo/Marrone (a temperatura ambiente)
PUNTO DI FUSIONE
  • 22,5° C
SOLUBILITA'
In acqua: 0,248 mg/L a 20° C (pH7)
PRESSIONE DI VAPORE
7,92 x 10-6 Pa a 25° C
COEFFICIENTE OTTANOLO/ACQUA (log P)
6,5 a 20° C (pH7)
IMPIEGHI AUTORIZZATI E INTERVALLI DI SICUREZZA (gg.)
Si riporta di seguito il riepilogo degli impieghi autorizzati e degli intervalli di sicurezza (min/max) di questa sostanza attiva così come risultano dalle etichette dei prodotti fitosanitari che la contengono da sola o in miscela con altre sostanze attive.
Vite21
Fragola3
Cetriolo, zucchiuno, melone, cocomero3
A titolo informativo, si riportano gli impieghi precedentemente autorizzati così come indicati nell’ultimo aggiornamento dell’allegato 5 del Decreto 27 agosto 2004:
  • Decreto 23 luglio 2008 (GU n 265 del 12-11-2008, Suppl Ord n 251):
Vite21
LMR LIMITI MASSIMI DI RESIDUI (mg/Kg)
  • Regolamento (UE) n. 441/2012 della Commissione del 24 maggio 2012:
Uve da tavola e da vino1
Fragole3
Altra frutta0,05*
Cetrioli, zucchine, cocomeri0,1
Meloni0,5
Altri ortaggi0,05*
Legumi da granella0,05*
Semi e frutti oleaginosi0,05*
Cereali0,05*
Tè, caffè, infusioni di erbe e cacao0,1*
Luppolo0,1*
Spezie0,1*
Piante da zucchero0,05*
Note:
Somma di 2,4 DNOPC e 2,4 DNOP espressa in meptildinocap
(*) Indica il limite inferiore di determinazione analitica
LMR in vigore fino al 31 agosto 2008:
  • Decreto 23 luglio 2008 (GU n 265 del 12-11-2008, Suppl Ord n 251):
Uve0,5 (n)
Somma di meptildinocap + 2,4-dinitro-6-(1-meptileptil) fenolo espresso come meptildinocap
(n) limiti massimi di residui provvisori nazionali in attesa di armonizzazione comunitaria
REVISIONE EUROPEA
Sostanza attiva approvata a norma del regolamento (CE) n. 1107/2009.
Riferimenti normativi:
  • Regolamento di eswecuzione (UE) n. 1330/2014 della Commissione del 15 dicembre 2014 che approva la sostanza attiva meptildinocap a norma del regolamento (CE) n. 1107/2009 del Parlamento europeo e del Consiglio relativo all'immissione sul mercato dei prodotti fitosanitari e che modifica l'allegato del regolamento di esecuzione (UE) n. 540/2011
  • Decreto 12 maggio 2015 (GU n. 129 del 6-6-2015) Ri-registrazione provvisoria dei prodotti fi tosanitari a base della sostanza attiva meptildinocap approvata con regolamento (UE) n. 1330/2014 della Commissione, in conformità al regolamento (CE) n. 1107/2009 e recante modifi ca dell’allegato del regolamento di esecuzione (UE) n. 540/2011.
CAMPO DI IMPIEGO
Fungicida per la difesa della vite, zucchino, cetriolo, melone, anguria e fragola.
SPETTRO D'AZIONE
Oidio
MODO D'AZIONE
Meptyldinocap agisce per contatto ed è caratterizzato da una azione preventiva, curativa ed eradicante nei confronti dell'oidio, anche a temperature relativamente basse.
FORMULAZIONI
Emulsione concentrata
MODALIA' DI IMPIEGO
Modalità e dosi di impiego riferite a prodotti al 35.71% (350 g/l) di p.a. sotto forma di emulsione concentrata.
  • Vite da vino e da tavola: impiegare preventivamente il prodotto alla dose di 40-60 ml/hl d'acqua (400-600 ml/ha), eseguendo 2 applicazioni ad intervallo di 10 giorni nel periodo compreso fra la ripresa vegetativa e la fine della fioritura. In caso di applicazioni eradicanti su foglie e grappoli, effettuare 2 applicazioni ad intervalli di 5-6 giorni, alla dose di 40-60 ml/hl d'acqua (400-600 ml/ha) all'inizio della sintomatologia infettiva. Non eseguire più di 4 trattamenti per anno, in particolare non effettuare più di 2 trattamenti preventivi ad intervalli di 10 giorni e non più di 2 trattamenti eradicanti ad intervalli di 5-6 giorni.
  • Zucchino, cetriolo, melone ed anguria (in pieno campo e in serra): impiegare il prodotto alla dose di 40-60 ml/hl d'acqua (400-600 ml/ha), iniziando i trattamenti in maniera preventiva oppure non oltre la primissima comparsa dei sintomi della malattia e proseguendo ad intervalli di 10 giorni. Non eseguire più di 3 trattamenti per anno.
  • Fragola (in pieno campo e in serra): impiegare il prodotto alla dose di 40-60 ml/hl d'acqua (400-600 ml/ha), iniziando i trattamenti in maniera preventiva oppure non oltre la primissima comparsa dei sintomi della malattia e proseguendo ad intervalli di 10 giorni Non eseguire più di 3 trattamenti per anno.
COMPATIBILITA'
Compatibile con in fungicidi (rame e zolfo compresi) e gli insetticidi più comunemente impiegati sulle colture.
ALTRE NOTIZIE
Selettivo sui Fitoseidi.
Meptyldinocap è attivo in tutte le fasi vitali del patogeno.
E' un fungicida preventivo, curativo ed eradicante:
1) inibisce la respirazione cellulare (disaccoppiamento della fosforilazione ossidativa);
2) altera il gradiente protonico all'interno del mitocondrio compromettendo il metabolismo cellulare (sito di azione non specifico).
Meptyldinocap, come dinocap, viene considerato un fungicida multisito. Per oltre 40 anni l'impiego di Karathane in viticoltura non ha mai generato alcun fenomeno di resistenza.
Somma di 2,4 DNOPC e 2,4 DNOP espressa in meptildinocap
INFORMAZIONI PER IL MEDICO
Sintomi: sudorazione, sete, nausea, ittero, dispnea, cianosi periferica, ipertermia, tachicardia, convulsioni e paralisi respiratoria.
Esiste la possibilità di un danno cronico per cui, oltre i sintomi precedenti, possono manifestarsi cloracne, cataratta, psicosi, aumento del metabolismo basale, dimagrimento e nefriti tubulare. Terapia sintomatica: combattere l'ipertemia con impacchi freddi ala radice degli arti.
Avvertenza: consultare un Centro antiveleni.
Tossicità orale ratto: DL50 > 2000 mg/kg
Tossicità dermale ratto: DL50 > 2000 mg/kg
Irritazione dermale coniglio: non irritante
Irritazione oculare coniglio: non irritante
Sensibilizzazione dermale: può causare sensibilizzazione
Prodotti contenenti MEPTYLDINOCAP
KARATHANE STARFungicida di Dow agrosciences...