VALIFENALATE

IMPIEGHI AUTORIZZATI E INTERVALLI DI SICUREZZA (gg.)
Si riporta di seguito il riepilogo degli impieghi autorizzati e degli intervalli di sicurezza (min/max) di questa sostanza attiva così come risultano dalle etichette dei prodotti fitosanitari che la contengono da sola o in miscela con altre sostanze attive.
Vite da vino28/42
Vite da tavola28
Patata7
Cipolla28
Pomodoro5
LMR LIMITI MASSIMI DI RESIDUI (mg/Kg)
  • Regolamento (UE) n. 750/2010 della Commissione del 7 luglio 2010:
Uve da tavola e da vino0,2
Altra frutta0,01*
Ortaggi0,01*
Legumi da granella0,01*
Semi e frutti oleaginosi0,01*
Cereali0,01*
Tè, caffè, infusioni di erbe e cacao0,02*
Luppolo0,02*
Spezie0,02*
Piante da zucchero0,01*
Note:
(*) Indica il limite inferiore di determinazione analitica
LMR in vigore fino al 31 agosto 2008:
  • Decreto 23 luglio 2008 (GU n 265 del 12-11-2008, Suppl Ord n 251):
Uva da vino0,2 (n)
Vino0,05 (n)
(n) limiti massimi di residui provvisori nazionali in attesa di armonizzazione comunitaria
REVISIONE EUROPEA
Sostanza attiva approvata a norma del regolamento (CE) n. 1107/2009.
Riferimenti normativi:
  • Regolamento di esecuzione (UE) n. 144/2014 della Commissione del 14 febbraio 2014 che approva la sostanza attiva valifenalate a norma del regolamento (CE) n. 1107/2009 del Parlamento europeo e del Consiglio relativo all’immissione sul mercato dei prodotti fitosanitari e che modifica l’allegato del regolamento di esecuzione (UE) n. 540/2011 della Commissione
  • Decreto 25 luglio 2014 (GU n. 198 del 27-8-2014) Ri-registrazione provvisoria dei prodotti fi tosanitari a base della sostanza attiva valifenalate
CAMPO DI IMPIEGO
Formulato in miscela con folpet è autorizzato sulla vite ad uva da vino.
Formulato in miscela con mancozeb è autorizzato su vite, patata, cipolla e pomdooro.