PENOXSULAM

IMPIEGHI AUTORIZZATI (gg.)
Si riporta di seguito il riepilogo degli impieghi autorizzati e degli intervalli di sicurezza (min/max) di questa sostanza attiva così come risultano dalle etichette dei prodotti fitosanitari che la contengono da sola o in miscela con altre sostanze attive.
Colture:
Agrumi30
Olivo15
Riso--
A titolo informativo, si riportano gli impieghi precedentemente autorizzati così come indicati nell’ultimo aggiornamento dell’allegato 5 del Decreto 27 agosto 2004:
  • Decreto 13 maggio 2005 (GU n. 184 del 9-8-2005):
Riso--
LIMITI MASSIMI DI RESIDUI (mg/kg=ppm)
LMR in vigore dal 1 settembre 2008 come da Regolamento (CE) n 839/2008 della Commissione del 31 luglio 2008:
Frutta0,01*
Ortaggi0,01*
Legumi da granella0,01*
Semi e frutti oleaginosi0,01*
Cereali0,01*
Tè, caffè, infusioni di erbe e cacao0,02*
Luppolo0,02*
Spezie0,02*
Piante da zucchero0,01*
Note:
(*) Indica il limite inferiore di determinazione analitica
LMR in vigore fino al 31 agosto 2008:
  • Decreto 13 maggio 2005 (GU n. 184 del 9-8-2005):
Riso0,01 (n)
(n) Limiti massimi di residui provvisori nazionali in attesa di armonizzazione comunitaria
ALTRE DISPOSIZIONI
  • Con Decreto 28 gennaio 2005 (GU n. 42 del 21.2.2005) è autorizzata l'immissione in commercio del prodotto fitosanitario "Viper" a base di penoxsulam. Sono inoltre approvati in via provvisoria, fino all'emanazione di apposita direttiva comunitaria, i limiti massimi di residui su riso in 0,01 mg/kg, che saranno inseriti nel provvedimento di aggiornamento del decreto ministeriale 27 agosto 2004.
  • DIRETTIVA 2010/25/UE DELLA COMMISSIONE del 18 marzo 2010 che modifica la direttiva 91/414/CEE del Consiglio con l’iscrizione delle sostanze attive penoxsulam, proquinazid e spirodiclofen
  • Decreto 18 novembre 2010 (GU n. 38 del 16-2-2011 )
Inclusione delle sostanze attive penoxsulam, proquinazid e spirodiclofen nell'allegato I del decreto legislativo 17 marzo 1995, n. 194, in attuazione della direttiva 2010/25/UE della Commissione. (11A02040)
CAMPO DI IMPIEGO
Diserbo del riso.
Formulato in miscela con florasulam è indicato per il diserbo di agrumi e olivo.
SPETTRO D'AZIONE
Infestanti molto sensibili: Echinochloa crus-galli (Giavone rosso e bianco), Alisma plantago-acquatica (Cucchiaio), Ammania coccinea (Ammania), Biden tripartita (Forbicina d'acqua), Cyperus difformis (Zigolo delle risaie), Schognoplechus mucrunatus (Quadrettone).
Infestanti moderatamente sensibili: Butomus umbellatus (Giunco fiorito), Cyperus serotinus (Zigolo tardivo), Polygonum persicaria (Poligono persicaria), Balboschaemus maritimus (Cipollino).
MODALITA' D'AZIONE
Erbicida di post-emergenza assorbito principalmente dalle foglie e solo parzialmente dalle radici delle erbe infestanti.
I primi sintomi di contenimento delle infestanti compaiono 5-10 giorni dopo l'applicazione e il risultato finale si raggiunge dopo 3-4 settimane.
Possiede una certa atività residuale che permette il contenimento delle infestanti che potrebbero emergere alcuni giorni dopo l'applicazione.
FORMULAZIONI
Dispersione oleosa
MODALITA' DI IMPIEGO
Modalità e dosi di impiego riferite a prodotti al 2,19 (20,4 g/l9) sotto forma di dispersione oleosa.
Il prodotto può essere applicato da 2 foglie fino all'inizio della levata el riso. L'epoca è guidata dallo stadio vegetativo del Giavone:
  • per il biotipo "Rosso" dalla fase fenologica di 1 foglia fino a 1-2 culmi di accestimento, mentre per il biotipo "Bianco" dalla fase fenologica di 1 foglia fino a 3-4 foglie, comunque sempre prima che inizi l'accestimento;
  • per il controllo di Ciperacee, Alismatacee e altre infestanti a foglia larga impiegare l prodotto dalla fase fenologica di 1-2 foglie fino a 3-4 foglie delle infestanti.
Il prodotto può essere applicato su risaia asciutta, anche in "bagnasciuga", su risaia parzialmente allagata e su risaia con semina in asciutta.
Risaia in asciutta con terreni saturi e in "bagnasciuga": applicare il prodoto non appena la risaia ha finito di sgrondare e sommergere nuovamente da 1 a 5 giorni dopo il trattamento.
Risaia parzialmente allagata: applicare il prodotto con un livello dell'acqua inferiore a 4-5 cm e con buona parte della superficie fogliare delle infestanti fuori acqua. Prima del trattamento interrompere il flusso dell'acqua e dopo il trattamento mantenere il flusso chiuso per circa 2 giorni. Successivamente riprendere la gestione della'acqua secondo le normali pratiche colturali adottate.
Risaia con semina in asciutta: applicare il prodotto su terreno asciutto 1-3 giorni prima di immettere l'acqua.
SELETTIVITA'
Il prodoto è risultato selettivo su tutte le principali varietà di riso indica e japonica attualmente coltivate, dallo stadio di 1-2 foglie fino all'inizio della levata, indipendentemente dalla natura dei terreni e dele pratiche colturali impiegate. Pr garantire sempre la migliore selettività non è consigliabile trattare la coltura in stress da fredo e/o siccità, dopo attacchi parassitari o in presenza di carenze nutrizionali.
ALRE NOTIZIE
L'attività del prodotto non risulta condizionata da temperatura e umidità. Una pioggia a distanza di circa 1 ora dal trattamento con compromette l'azione erbicida.
Colture limitrofe: applicare il prodotto in condizioni di calma relativa con vento che non superi la velocità di 18 km/h. Il prodotto non è volatile, tuttavia si racomanda di mantenere in via precauzionale le seguenti distanze per evitare deriva diretta su potenziali colure limitrofe:
  • distanza non inferiore ai 5 m da colture di girasole, soia, pomodoro, melone, barbabieola da zucchero, vite e fruttiferi;
  • distanza di 1 m da colture di frumento, mais ed erba medica.
Colture in rotazione: dopo l'impiego del prodotto su riso non esistono particolari controindicazioni per le seguenti colture che potrebbero entrare in rotazione con il riso: frumento tenero e duro, orzo, soia, girasole e mais. Per altre colture, fra il trattamento con il prodotto e la semina è consigliabile attendere almeno 12 mesi.
INFORMAZIONI PER IL MEDICO
Nel caso in cui PENOXSULAM venga a contatto con gli occhi, lavarli abbondantemente con acqua corrente per alcuni minuti. Rimuovere, se è il caso, le lenti a contatto dopo i primi 2 minuti e continuare ad irrigare gli occhi con acqua corrente, per altri 2 minuti almeno. Se i sintomi permangono, consultare un medico, preferibilmente un oculista. Nel caso di contaminazione della pelle con PENOXSULAM, lavare con abbondante acuqa corrente. Nel caso di esposizione alle vie inalatorie con PENOXSULAM, condurre la persona all'aria aperta e se gli effetti permangono consultare un medico. Note per il medico: non esiste un antidoto specifico per l'esposizione a PENOXSULAM. I trattamenti sono sintomatici e diretti al controllo delle condizioni cliniche del paziente.
Prodotti contenenti PENOXSULAM