METAFLUMIZONE

IMPIEGHI AUTORIZZATI ED INTERVALLI DI SICUREZZA (gg.)
Si riporta di seguito il riepilogo degli impieghi autorizzati e degli intervalli di sicurezza (min/max) di questa sostanza attiva così come risultano dalle etichette dei prodotti fitosanitari che la contengono da sola o in miscela con altre sostanze attive.
Patata14
Lattuga7
Pomodoro, melanzana, peperone, cavolo cappuccio, cavoletto di Bruxelles, simili alla lattuga (escluso la scarola)3
Note:
Patata, cavolo cappuccio e cavolo di bruxelles, lattuga: impiego in pieno campo.
Simili alla lattuga (esclusa scarola), melanzana, peperone, pomodoro: impiego in pieno campo e serra.
A titolo informativo, si riportano gli impieghi precedentemente autorizzati così come indicati nell’ultimo aggiornamento dell’allegato 5 del Decreto 27 agosto 2004:
  • Decreto 23 luglio 2008 (GU n 265 del 12-11-2008, Suppl Ord n 251):
Pomodori (1), melanzane (1), peperoni (2), cavoli cappucci (3), cavoletti di Bruxelles (3), lattughe e simili (3) (escluso la scarola)3
Patate (3)14
Note:
(1) Anche applicazione in serra
(2) Solo applicazione in serra
(3) Solo applicazione in pieno campo
LMR LIMITI MASSIMI DI RESIDUI (mg/Kg)
  • Regolamento (UE) n. 318/2014 della Commissione del 27 marzo 2014:
Frutta0,05*
Pomodori, melanzane0,6
Peperoni, cavoletti di Bruxelles, cavoli cappucci1
Cucurbitacee con buccia commestibile0,4
Cavoli broccoli3
Cavolfiori, piselli (freschi) con baccello1,5
Cavoli cinesi7
Lattughe e simili, comprese le brassicacee (esclusa la scarola)10
Fagioli (freschi) con baccello, carciofi0,9
Altri ortaggi0,05*
Legumi da granella0,05*
Semi di cotone0,07
Altri semi e frutti oleaginosi0,05*
Cereali0,05*
Tè, caffè, infusioni di erbe e cacao0,1*
Luppolo0,1*
Spezie (escluso barbaforte o cren)0,05*
Barbaforte o cren0,05* (+)
Piante da zucchero0,05*
Note:
Somma degli isomeri E- e Z-
(*) Indica il limite inferiore di determinazione analitica
(+) Il livello massimo di residui applicabile al barbaforte o cren (Armoracia rusticana) nel gruppo delle spezie (codice 0840040) è quello fissato per il barbaforte o cren (Armoracia rusticana) nella categoria degli ortaggi, gruppo degli ortaggi a radice e tubero (codice 0213040), tenendo conto delle variazioni del tenore di residui conseguenti alla trasformazione (essiccatura) a norma dell'articolo 20, paragrafo 1, del regolamento (CE) n. 396/2005.
LMR in vigore fino al 31 agosto 2008:
  • Decreto 23 luglio 2008 (GU n 265 del 12-11-2008, Suppl Ord n 251):
Pomodori, melanzane0,5 (n)
Peperoni1 (n)
Cavoli cappucci, cavoletti di Bruxelles . 1 (n)
Lattughe e simili (escluso la scarola) .. 10 (n)
Patate0,05 (n)
Note:
Somma degli isomeri E + Z
(n) limiti massimi di residui provvisori nazionali in attesa di armonizzazione comunitaria
REVISIONE EUROPEA
Sostanza attiva approvata a norma del regolamento (CE) n. 1107/2009.
Riferimenti normativi:
  • Regolamento di esecuzione (UE) n. 922/2014 della Commissione del 25 agosto 2014 che approva la sostanza attiva metaflumizone, a norma del regolamento (CE) n. 1107/2009 del Parlamento europeo e del Consiglio relativo all'immissione sul mercato dei prodotti fitosanitari, e che modifica l'allegato del regolamento di esecuzione (UE) n. 540/2011
  • Decreto 30 aprile 2015 (GU n. 130 dell'8-6-2015) Ri-registrazione provvisoria dei prodotti fi tosanitari a base della sostanza attiva metafl umizone approvata con regolamento (UE) n. 922/2014 della Commissione, in conformità al regolamento (CE) n. 1107/2009 e recante modifica dell’allegato del regolamento di esecuzione (UE) n. 540/2011.
ALTRE DISPOSIZIONI
  • Con decreto 19 aprile 2013 il prodotto Alverde ha ottentuo l'estensione di impiego in serra sulle lattughe e simili, esclusa la scarola (prima autorizzate solo in campo) e l'estensione di impiego in campo per il peperone (prima autorizzato solo in serra).
  • Decreto 3 novembre 2015 Adeguamento delle condizioni di impiego di prodotto fitosanitario a base della sostanza attiva metaflumizone, di titolarità BASF Italia S.p.A.
Con questo provvedimento, a decorrere dal 3 novembre 2014, nel rispetto dei nuovi limiti massimi di residui previsti dal regolamento (UE) n. 318/2014, sono state autorizzate le seguenti modifiche delle condizioni di impiego del prodotto fitosanitario Alverde: eliminare lattuga in serra; per lattuga in pieno campo: intervallo di sicurezza (PHI) 7 giorni.
CAMPO DI IMPIEGO
Insetticida per la difesa di patata, melanzana, peperone, pomodoro, lattughe e simili (eslcluso scarola), cavolo cappuccio e cavolo di Bruxelles.
SPETTRO D'AZIONE
Particolarmente attivo nei confronti della dorifora della patata e di numerosi lepidotteri fitofagi.
MODO D'AZIONE
Agisce prevalentemente per ingestione sulle larve e sugli adulti provocando una paralisi dell'insetto. Non è sistemico.
FORMULAZIONI
Sospensione concentrata
MODALITA' DI IMPIEGO
Modalità e dosi di impiego riferite a prodotti al 22% di p.a. (240 g/l) sotto forma di sospensione concentrata.
  • Cavolo cappuccio e cavolo di Bruxelles
Nottue e cavolaia: 1 l/ha o 100 ml/hl; trattare ad inizio infestazione, contro larve nei primi stadi di sviluppo; in caso di forte pressione dei fitofagi, ripetere l'applicazione 7-10 giorni dopo.
  • Lattughe e simili (escluso scarola) in pieno campo e in serra
Nottue: 1 l/ha o 100 ml/hl; trattare ad inizio infestazione, contro larve nei primi stadi di sviluppo; in caso di forte pressione dei fitofagi, ripetere l'applicazione 7-10 giorni dopo.
  • Melanzana, in pieno campo e serra
Nottue: 1 l/ha o 100 ml/hl; trattare ad inizio infestazione, contro larve nei primi stadi di sviluppo; in caso di forte pressione dei fitofagi, ripetere l'applicazione 7-10 giorni dopo.
Piralide: 1 l/ha; trattare nel periodo di piena ovideposizione, prima della schiusura delle uova.
Dorifora: 0,25 l/ha o 25 ml/hl; trattare ad inizio infestazione, contro larve nei primi stadi di sviluppo (sebbene il prodotto sia attivo contro tutte le forme mobili della dorifora); in caso di reinfestazione, ripetere il trattamento altre 2 volte al massimo.
  • Patata
Dorifora: 0,25 l/ha o 25 ml/hl; trattare ad inizio infestazione, contro larve nei primi statdi di sviluppo (sebbene il prodotto sia attivo contro tutte le forme mobili della dorifora); in caso di reinfestazione, ripetere il trattamento altre 2 volte al massimo.
  • Pomodoro in pieno campo e serra
Nottue: 1 l/ha o 100 ml/hl; trattare ad inizio infestazione, contro larve nei primi stadi di sviluppo; in caso di forte pressione dei fitofagi, ripetere l'applicazione 7-10 giorni dopo.
  • Peperone in pieno campo e serra
Nottue: 1 l/ha o 100 ml/hl; trattare ad inizio infestazione, contro larve nei primi stadi di sviluppo; in caso di forte pressione dei fitofagi, ripetere l'applicazione 7-10 giorni dopo.
Piralide: 1 l/ha; trattare nel periodo di piena ovideposizione, prima della schiusura delle uova.
Il prodotto offre risultati costanti quando è inserito in un corretto programma di difesa. Se ne consiglia pertanto l'impiego nell'ambito di uno schema di trattamenti che preveda la rotazione di sostanze attive con diverso meccanismo di azione.
Non superare i 2-3 trattamenti all'anno.
FITOTOSSICITA'
Per le varietà di recente costituzione e, soprattutto, per le applicazioni in serra, si raccomanda di fare saggi preliminari su poche piante, prima di procedere ai tattamenti su tutta la coltura.
Somma degli isomeri E- e Z-
In caso di intossicazione chiamare il medico per i consueti interventi di pronto soccorso.
Terapia: sintomatica e di supporto.
Consultare un Centro Antiveleni.
Prodotti contenenti METAFLUMIZONE