METAM-POTASSIO

IMPIEGHI AUTORIZZATI E INTERVALLI DI SICUREZZA (gg.)
Si riporta di seguito il riepilogo degli impieghi autorizzati e degli intervalli di sicurezza (min/max) di questa sostanza attiva così come risultano dalle etichette dei prodotti fitosanitari che la contengono da sola o in miscela con altre sostanze attive.
Altri impieghi:Terreno in assenza di coltura--
Note:
Possono essere autorizzati solo gli usi come nematocida, fungicida, erbicida e insetticida per l’applicazione come fumigante per la disinfestazione del terreno prima della piantagione, limitando le applicazioni a una ogni tre anni sullo stesso campo. L’applicazione può essere autorizzata solo in campo aperto tramite iniezione nel terreno e in serra unicamente mediante irrigazione a goccia. È prescritto l’impiego di una pellicola di materia plastica a tenuta di gas per l’irrigazione a goccia. Il valore massimo di applicazione è di 153 kg/ha (corrispondente a 86,3 kg/ha di MITC) in caso di applicazioni a campo aperto. Le autorizzazioni dovranno essere limitate agli utilizzatori professionali (Disposizioni specifiche Parte A regolamento UE n. 359/2012).
Dal 13 gennaio 2010 al 31 dicembre 2014 i prodotti a base di metam-sodium sono risultati autorizzati per i soli usi essenziali (riso, lattuga e simili, pomodori, peperoni e melanzane, cucurbitacee, carote, ortaggi a tubero e a stelo, patate, tabacco, ripristino di vigneti e frutteti, fiori) (Decreto 11 gennaio 2010).014.
Impieghi precedentemente autorizzati come da Decreto 27 agosto 2004 (GU n 292 del 14 dicembre 2004, Suppl Ord n 179):
Altri impieghi:
Terreni destinati alla semina o al trapianto di colture ortive, floricole, industriali.
Vivai, semenzai, fungaie, serre.
LIMITI MASSIMI DI RESIDUI (mg/Kg = ppm)
LMR in vigore dal 1 settembre 2008 come da Regolamento (CE) n 149/2008 della Commissione del 29 gennaio 2008:Frutta
0,02*
Ortaggi0,02*
Legumi da granella0,02*
Semi e frutti oleaginosi0,02*
Cereali0,02*
Tè, caffè, infusioni di erbe e cacao0,02*
Luppolo0,02*
Spezie0,02*
Piante da zucchero0,02*
Note:
Metilisotiocianato risultante dall'impiego di dazomet e metam
(*) Indica il limite inferiore di determinazione analitica
REVISIONE EUROPEA
Sostanza attiva (metam) approvata in conformità al regolamento (CE) n. 1107/2009, con la seguente disposizione specifica (Parte A): Possono essere autorizzati solo gli usi come nematocida, fungicida, erbicida e insetticida per l’applicazione come fumigante per la disinfestazione del terreno prima della piantagione, limitando le applicazioni a una ogni tre anni sullo stesso campo. L’applicazione può essere autorizzata solo in campo aperto tramite iniezione nel terreno e in serra unicamente mediante irrigazione a goccia. È prescritto l’impiego di una pellicola di materia plastica a tenuta di gas per l’irrigazione a goccia. Il valore massimo di applicazione è di 153 kg/ha (corrispondente a 86,3 kg/ha di MITC) in caso di applicazioni a campo aperto. Le autorizzazioni dovranno essere limitate agli utilizzatori professionali.
Riferimenti normativi:
- Decisione del Consiglio del 13 luglio 2009 concernente la non iscrizione del metam nell’allegato I della direttiva 91/414/CEE e la revoca delle autorizzazioni di prodotti fitosanitari contenenti detta sostanza (2009/562/CE)
- Decreto 11 gennaio 2010 (GU n. 19 del 25-1-2010 ) Non inclusione della sostanza attiva metam nell'allegato I del decreto legislativo 17 marzo 1994, n. 195 e adeguamento degli impieghi dei prodotti fitosanitari contenenti detta sostanza attiva relativamente agli usi ora riconosciuti essenziali, in applicazione della Decisione del Consiglio 2009/562/CE. (10A00724)
Con questo provvedimento sono state invece confermate fino al 31 dicembre 2014 (ma senza periodo di smaltimento scorte) le autorizzazioni dei prodotti fitosanitari contenenti la sostanza attiva metam riportati nell'allegato 2 al presente decreto, limitatamente agli usi ora ritenuti essenziali (riso, lattuga e simili, pomodori, peperoni e melanzane, cucurbitacee, carote, ortaggi a tubero e a stelo, patate, tabacco, ripristino di vigneti e frutteti, fiori). I prodotti fitosanitari a base della sostanza attiva metam, autorizzati per impieghi diversi da quelli essenziali, sono stati invece revocati a partire dal 13 gennaio 2010.
- Regolamento di esecuzione (UE) n. 359/2012 della Commissione del 25 aprile 2012 che approva la sostanza attiva metam, in conformità al regolamento (CE) n. 1107/2009 del Parlamento europeo e del Consiglio relativo all’immissione sul mercato dei prodotti fitosanitari e che modifica l’allegato del regolamento di esecuzione (UE) n. 540/2011 della Commissione
- Decreto 25 luglio 2014 (GU n. 198 del 27.8.2014) Revoca delle autorizzazioni all’immissione in commercio dei prodotti fi tosanitari contenenti la sostanza attiva metam.
- Decreto 17 dicembre 2014 Ri-registrazione provvisoria dei prodotti fitosanitari a base della sostanza attiva metam approvata con regolamento (UE) n. 359/2012 della Commissione, in conformità al regolamento (CE) n. 1107/2009 e recante modifica dell'allegato del regolamento di esecuzione (UE) n. 540/2011.
CAMPO DI IMPIEGO
Fumigazione del terreno.
SPETTRO D'AZIONE
Azione fungicida, nematocida, insetticida ed erbicida.
In particolare, il trattamento del suolo prima dell'impianto della coltura dà i seguenti benefici:
- Controllo di Nematodi cisticoli (Heterodera, Globodera) e Nematodi galligeni (Meloidogyne);
- Controllo di malattie causate da funghi quali: Fusarium ssp., Pythium spp., Rhizoctonia solani, Sclerotinia sclerotinium, Botrytis cinerea, Phytophtora spp., Phomopsis sclerotiodes;
- Controllo di malattie vascolari (Fusarium oxysporum, Verticilium dahliae);
- Controllo di erbe infestanti con particolare riguardo alle seguenti specie: Cyperus sp, Solanum nigrum, Amaranthus retroflexus, Portulaca oleracea, Oxalis spp.
FORMULAZIONE
Soluzione acquosa fumigante
MODALITA' DI IMPIEGO
Modalità e dosi di impiego riferite a prodotti al 39,1% di p.a. (500 g/l) sotto forma di soluzione acquosa fumigante.
Si utilizza esclusivamente su suolo nudo per la disinfestazione di terreni destinati alla semina o al trapianto deelle colture.
Per ottenere risultati ottimali seguire le seguenti indicazioni:
Prima del trattamento: interrare le sostanze organiche (torba, letame) un mese prima del trattamento; una settimana prima dell’impiego lavorare finemente e bagnare il terreno, questo consentirà una migliore diffusione del prodotto e faciliterà la germinazione delle infestanti.
Applicazione: al momento dell’applicazione il terreno dovrebbe avere una temperatura ideale di 20°C ca. e comunque non inferiore ai 14°C e non superiore ai 32°C.
- Trattamenti a pieno campo: impiegare tramite iniezione nel terreno con apposite macchine fumigatrici.
- Trattamenti in serra: distribuire il prodotto con la tecnica dell'irrigazione a goccia, cioè con utilizzo di manichette firate poste sotto film plastico a tenuta di gas.
Dosi: utilizzare 340 l/ha di prodotto per i trattamenti in campo aperto e 800-1200 l/ha per i trattamenti in serra; le dosi per i trattamenti in serra possono essere aumentate fino a 2000 l/ha quando si operi su terreni pesanti od infettati principalmente da verticilliosi, fusariosi o fialoforosi o in caso di basse temperature.
Per tutti gli impieghi è consentita una sola applicazione della sostanza attiva ogni 3 annni sullo stesso appezzamento.
Dopo il trattamento: irrigare lentamente il terreno per consentire al prodotto di raggiungere la profondità desiderata ma non oltre. A distanza di due setttimane circa si deve fare una lavorazione superficiale del terreno allo scopo di allontanare eventuali residui di gas che potrebbero dare problemi di fitotossicità.
Attendere altri 8-14 giorni prima di procedere alla semina o al trapianto. Eventualmente può essere utilie fare il "test del crescione".
Avvertenze: Non rientrate nelle zone trattate prima di 15 giorni dal trattamento.
Far trascorrere 20-30 giorni tra il trattamento e la semina o il trapianto.
COMPATIBILITA'
Il prodotto si usa da solo.
FITOTOSSICITA'
Non applicare il prodotto ad una distanza inferiore ad un metro dalle colture limitrofe. I vapori del prodotto sono tossici verso tutte le colture; è necessario, pertanto, rispettare il periodo di attesa indicato prima della messa a dimora.
ALTRE NOTIZIE
- Utilizzo nei suoli salini
La salinità è uno dei maggiori problemi per le produzioni agricole perché riduce la disponibilità di acqua per la pianta; la salinità è dovuta ad un eccesso di sale specialmente di sodio (Na+). La salinità dovuta al sodio può compromettere la coltivazione delle specie più sensibili soprattutto quando questa supera il valore di 1 dS/m. Il problema della salinità è tipico delle aree costiere, nei terreni sabbiosi e con forte evaporazione, condizioni quindi molto frequenti nelle aree di coltivazione Mediterranee.
Questo prodotto non contiene sodio ma potassio e apporta un equivalente di 200 unità di K2O per ettaro a pieno dosaggio. Il prodotto rilascia potassio sotto forma di catione K +, direttamente disponibile per le piante.
Situazioni nelle quali risulta particolarmente vantaggioso l'uso del prodotto:
- suoli con alto contenuto di sali e suoli con alto contenuto di sodio (Na +);
- irrigazioni con acque saline (conducibilità elettrica > 0,5 dS/m);
- coltivazioni sensibili alla salinità: carote, fagioli, cipolle, lattughe, broccoli;
- coltivazioni potassofile: pomodori, fragole, sedano rapa, cavoli, insalate, patata, peperon;
- suoli con scarsa riserva di potassio: suoli sabbiosi.
Il prodotto è solubile in acqua e non è attivo tal quale; è composto da un sale
di potassio che rilascia la sostanza attiva MITC (methyl isothiocyanate) appena entra in contatto con il suolo. La sostanza attiva ha azione contro i funghi, i nematodi, gli insetti e le erbe infestanti.
INFORMAZIONI PER IL MEDICO
Sintomi: CUTE: eritema, dermatiti, sensibilizzazione; OCCHIO: congiuntivite irritativa, sensibilizzazione; APPARATO RESPIRATORIO: irritazione delle prime vie aeree, broncopatia asmatiforme, sensibilizzazione; SNC: atassia, cefalea, confusione, depressione, iporeflessia.
Effetto Antabuse: si verifica in caso di concomitante o pregressa assunzione di alcool e si manifesta con nausea, vomito, sudorazione, sete intensa, dolore precordiale, tachicardia, visione confusa, vertigini, ipotensione ortostatica. Dopo qualche ora il viso da paonazzo diventa pallido e l'ipotensione si aggrava fino al collasso ed alla perdita di coscienza. Terapia: sintomatica.
Avvertenza: Consultare un Centro Antiveleni.
Prodotti contenenti METAM-POTASSIO
GEORT K
GREENSAN 51