HALOSULFURON METILE

IMPIEGHI AUTORIZZATI E INTERVALLI DI SICUREZZA (gg.)
  • Decreto 23 luglio 2008 (GU n 265 del 12-11-2008, Suppl Ord n 251):
Riso--
Note:
Applicazione in post-emergenza della coltura.
LMR LIMITI MASSIMI DI RESIDUI (mg/kg)
LMR in vigore dal 1 settembre 2008 come da Regolamento (CE) n 839/2008 della Commissione del 31 luglio 2008:
Frutta0,01*
Ortaggi0,01*
Legumi da granella0,01*
Semi e frutti oleaginosi0,01*
Cereali0,01*
Tè, caffè, infusioni di erbe e cacao0,02*
Luppolo0,02*
Spezie0,02*
Piante da zucchero0,01*
Note:
(*) Indica il limite inferiore di determinazione analitica
LMR in vigore fino al 31 agosto 2008:
  • Decreto 23 luglio 2008 (GU n 265 del 12-11-2008, Suppl Ord n 251):
Riso0,01
REVISIONE EUROPEA
Sostanza attiva approvata a norma del regolamento (CE) n. 1107/2009, con le seguenti disposizioni specifiche: "Per l’applicazione dei principi uniformi di cui all’articolo 29, paragrafo 6, del regolamento (CE) n. 1107/2009, va tenuto conto delle conclusioni del rapporto di riesame sull’halosulfuron metile, in particolare delle relative appendici I e II, nella versione definitiva approvata il 15 marzo 2013 dal comitato permanente per la catena alimentare e la salute degli animali. In tale valutazione globale gli Stati membri prestano particolare attenzione ai seguenti aspetti: — al rischio di fuoriuscita nelle acque sotterranee del metabolita «riarrangiamento dell’halosulfuron» (HSR) (2 ) in condizioni di vulnerabilità. Questo metabolita è considerato rilevante dal punto di vista tossicologico sulla base delle informazioni disponibili sull’halosulfuron; — al rischio per le piante terrestri non bersaglio. Le condizioni d’impiego comprendono, se necessario, misure di attenuazione dei rischi. Il richiedente deve presentare informazioni di conferma riguardo: a) alle informazioni per quanto riguarda l’equivalenza tra le specifiche tecniche del materiale prodotto commercialmente e quelle del materiale utilizzato negli studi tossicologici ed ecotossicologici; b) alle informazioni sulla rilevanza tossicologica delle impurezze presenti nella specificazione tecnica del materiale quale fabbricato commercialmente; c) ai dati per chiarire le potenziali proprietà genotossiche dell’acido clorosulfonamide (3 ). Il richiedente comunica tali informazioni alla Commissione, agli Stati membri e all’Autorità entro il 30 settembre 2015.
Riferimenti normativi:
  • Regolamento di esecuzione (UE) n. 356/2013 della Commissione del 18 aprile 2013 che approva la sostanza attiva halosulfuron metile, in conformità al regolamento (CE) n. 1107/2009 del Parlamento europeo e del Consiglio relativo all’immissione sul mercato dei prodotti fitosanitari, e che modifica l’allegato del regolamento di esecuzione (UE) n. 540/2011 della Commissione
  • Decreto 25 marzo 2014 (GU n. 113 del 17-5-2014) Ri-registrazione provvisoria dei prodotti fi tosanitari a base della sostanza attiva halosulfuron metile.
CAMPO DI IMPIEGO
Diserbo del riso.
SPETTRO D'AZIONE
Erbicida selettivo specifico contro le infestanti non graminacee delle risaie. Può essere applicato su tutte le varietà di riso, sia indica che japonica. Risulta efficace contro le più importanti Ciperacee quali Cipollino (Bolboschoenus marittimus), Quadrettone (Schoenoplectus mucronatus), Zigolo delle risaie (Cyperus difformis), Zigolo tardivo (Cyperus serotinus) e numerose malerbe a foglia larga quali Erba cucchiaio (Alisma plantago-acquatica), Erba lanceolata ( Alisma lanceolata), Ammania arrossata (Ammania coccinea), Forbicine d'acqua (Bidens spp).
Il prodotto assicura anche un buon controllo iniziale di Heteranthera spp, in particolare quando le infestanti si trovano allo stadio di rosetta e nessuna foglia è emersa dall'acqua. Tuttavia, per la natura stessa di queste malerbe, possono comparire successive reinfestazioni.
FORMULAZIONE
Microgranuli idrodispersibili
MODALITA' DI IMPIEGO
Modalità e dosi di impiego riferite a prodotti al 75% di p.a. sotto forma di microgranuli idrodispersibili.
Il prodotto si impiega in post-emergenza della coltura alla dose di 30-50 g/ha. L'intervento va normalmente effettuato da 20 a 50 giorni dopo la semina del riso, da quando le piantine hanno raggiunto le 2-4 foglie fino al 4° livello di accestimento, eventualmente in combinazione con preparati specifici per il controllo del Giavone (Echinochloa spp.). L'attività erbicida risulta ottimale intervenendo su risaia uniformemente sommersa da non piu' di 5 cm di acqua. Dopo il trattamento mantenere ferma l'acqua nelle camere per almeno 2 giorni, senza effettuare immissioni. Nei terreni bibuli, dove elevata è la percolazione, è preferibile lasciare asciugare la risaia prima di immettere nuova acqua. Il prodotto può essere utilizzato su riso sommerso, subito dopo lo svuotamento delle camere e in condizioni di terreno completamente inibito d'acqua. In questo caso, lasciare trascorrere almeno 2 giorni dall'applicazione prima di immettere nuovamente l'acqua nella risaia. Procedere poi alla normale gestione irrigua, mantenendo in ogni caso la sommersione per almeno altre 2 settimane prima di un eventuale svuotamento. Infine, il prodotto può essere impiegato su riso seminato in asciutta, alle stesse dosi e nelle medesime epoche di intervento raccomandate per la coltura seminata in acqua. Il prodotto deve essere distribuito uniformemente sulla superficie dell'acqua o della coltura con le normali attrezzature usate per il diserbo, impiegando volumi d'acqua compresi fra i 250 e i 400 l/ha. Il prodotto non è volatile e quindi non danneggia eventauli colture adicenti la risaia. Non intervenire su riso sotto stress per anomale condizioni climatiche, attacchi di patogeni o insetti, fitotossicità da altri erbicidi. Alcune specie infestanti ampiamente diffuse nel riso possono acquisire resistenza agli erbicidi aventi le stesse modalità d'azione di Halosulfuron-metile (inibizione dell'ALS). Nonostante la loro presenza sia solo sporadica, nelle zone in cui è nota la resistenza agli erbicidi che inibiscono l'ALS gli agricoltori devono attenersi alle indicazioni degli enti ufficiali sulla gestione del fenomeno.
COMPATIBITLITA'
Il prodotto è compatibile con i piu' comuni erbicidi utilizzati sul riso.
FITOTOSSICITA'
Il prodotto può essere fitotossico per le colture diverse dal riso. Evitare scrupolosamente di colpire direttamente o per deriva altre colture.
Agisce attraverso l'inibizione dell'acetolattato sintetasi (ALS).
INFORMAZIONI PER IL MEDICO
In caso di intossicazione chiamare il medico per i consueti interventi di pronto soccorso.
Prodotti contenenti HALOSULFURON METILE