MILBEMECTINA

IMPIEGHI AUTORIZZATI ED INTERVALI DI SICUREZZA (gg.)
Colture:
Melo14
Fragola3
Note:
Non applicare alle colture al momento della fioritura.
LIMITI MASSIMI DI RESIDUI (mg/kg = ppm)
  • Regolamento (UE) n. 1317/2013 della Commissione del 16 dicembre 2013:
Frutta0,02*
Erbe aromatiche0,05*
Altri ortaggi0,02*
Legumi da granella0,02*
Semi e frutti oleaginosi0,02*
Cereali0,02*
Tè, caffè, infusioni di erbe e cacao0,1*
Luppolo0,2*
Spezie0,1*
Piante da zucchero0,02*
Note:
Somma di milbemicin A4 e milbemicin A3, espressa come milbemectin
(*) Indica il limite inferiore di determinazione analitica
LMR in vigore fino al 31 agosto 2008:
  • Decreto 31 luglio 2007 (GU n. 253 del 30-10-2007):
Frutta a guscio (con o senza guscio)0,1* p
Altra frutta0,05* p
Ortaggi0,05* p
Legumi da granella0,05* p
Semi oleaginosi0,1* p
Patate0,05* p
0,1* p
Luppolo0,1* p
Cereali0,05* p
Note:
Somma di MA4 + 8,9Z-MA4, espressa come milbemectim
(*) Limite inferiore di determinazione analitica
(p) Indica che la quantità massima di residui è stata fissata provvisoriamente a norma dell'articolo 4, paragrafo 1, lettera f), della direttiva 91/414/CE: salvo modifica, tale quantità massima diverrà definitiva con effetto al 21 marzo 2011
ALTRE DISPOSIZIONI
  • Direttiva 2005/58/CE della Commissione del 21 settembre 2005 che modifica la direttiva 91/414/CEE del Consiglio per inserire il bifenazato e il milbemectin nell'elenco delle sostanze attive.
  • Decreto 13 dicembre 2005 (GU n. 48 del 27-2-2006)
Inclusione delle sostanze attive bifenazate e milbemectin nell'allegato I del decreto legislativo 17 marzo 1995, n. 194, in attuazione della direttiva 2005/58/CE della Commissione del 21 settembre 2005.
  • Decreto 23 Maggio 2007 (GU n. 128 del 5-6-2007 )
Autorizzazione all'immissione in commercio del prodotto fitosanitario
"Milbeknock", registrato al n. 12860.
  • Decreto 26 Giugno 2007 (GU n. 199 del 28-8-2007 )
Rettifica al decreto n. 12860 del 23 maggio 2007, relativo all'autorizzazione all'immissione in commercio del prodotto fitosanitario "Milbeknock".
  • Regolamento di esecuzione (UE) n. 1197/2012 della Commissione del 13 dicembre 2012 che modifica il regolamento di esecuzione (UE) n. 540/2011 per quanto riguarda l’estensione dei periodi di approvazione delle sostanze attive acetamiprid, alpha-cypermethrin, Ampelomyces quisqualis ceppo: AQ 10, benalaxyl, bifenazato, bromoxynil, chlorpropham, desmedipham, etoxazole, Gliocladium catenulatum ceppo: J1446, imazosulfuron, laminarin, mepanipyrim, metossifenozide, milbemectin, phenmedipham, Pseudomonas chlororaphis ceppo: MA 342, quinoxifen, S-metolachlor, tepraloxydim, thiacloprid, tiram e ziram
CAMPO DI IMPIEGO
Acaricida per la difesa di melo e fragola.
SPETTRO D'AZIONE
Efficace su numerose specie di acari del genere Panonychus e Tetratnychus ed attivo su tutti gli stadi di sviluppo degli acari: uova, larve e adulti.
MODO D'AZIONE
Agisce per contatto e ingestione ed è caratterizzato da un elevato potere abbattente. Anche la persistenza d'azione risulta prolunata nel tempo e per questo, in condizioni normali di infestazione, una applicazione per stagione può risultare sufficiente per un adeguato controllo delle popolazioni di acari.
Il prodotto ha attività translaminare e non sistemica e per questo deve essere uniformemente distribuito sulla vegetazione al mmomento dell'applicazione.
L'attività del prodotto non è influenzata dalla temperatura e pertanto il suo impiego è consigliato in tutte le stagioni ed in tutte le condizioni colturali.
FORMULAZIONI
Concentrato emulsionabile
MODALITA' DI IMPIEGO
Modalità e dosi di impiego riferite a prodotti al 1% (9,3 g/l) di p.a. sotto forma di concentrato emulsionabile.
Il prodotto deve essere applicato all'inizio dell'infestazione in modo da ottenere un rapido controllo della popolazione, efficace anche quando il ciclo di riproduzione degli acari è piuttosto rapido.
  • Melo
Contro ragnetto rosso (Panonychus ulmi): 100-125 ml/hl (mass. 1,875 l/ha); intervenire dalla fine fioritura effettuando 1-2 trattamenti distanziati di 10-21 giorni.
  • Fragola
Contro ragnetto rosso (Tetranychus urticae): 125-150 ml/hl (mass. 900 ml/ha); intervenire all'inizio dell'infestazione effettuando 1-2 trattamenti distanziati di 15 giorni.
ALTRE NOTIZIE
Per proteggere le api e gli altri inseti impollinatori non applicare il prodotto sul melo al momento della fioritura.
Somma di milbemicin A4 e milbemicin A3, espressa come milbemectin
Prodotti contenenti MILBEMECTINA
CHECKOUT