VIRUS DELLA POLIEDROSI NUCLEARE DI SPODOPTERA L.

IMPIEGHI AUTORIZZATI E INTERVALLO DI SICUREZZA (gg.)
Si riporta di seguito il riepilogo degli impieghi autorizzati e degli intervalli di sicurezza (min/max) di questa sostanza attiva così come risultano dalle etichette dei prodotti fitosanitari che la contengono da sola o in miscela con altre sostanze attive.
Fragola, pomodoro, peperone, melanzana, lattuga, spinacio3
LMR LIMITI MASSIMI DI RESIDUI (mg/kg)
- Regolamento (CE) n. 588/2014 del 2 giugno 2014:
Sostanza attiva inserita nell'allegato IV del regolamento (CE) n. 396/2005 che riporta l'elenco delle sostanze attive valutate a norma della direttiva 91/414/CEE per le quali non sono necessari LMR, di cui all’articolo 5, paragrafo 1.
REVISIONE EUROPEA
Sostanza attiva approvata a norma del regolamento (CE) n. 1107/2009, con le seguenti disposizioni specifiche: "Per l’applicazione dei principi uniformi di cui all’articolo 29, paragrafo 6, del regolamento (CE) n. 1107/2009, occorre tener conto delle conclusioni del rapporto di riesame sul Spodoptera littoralis nucleopolyhedrovirus, in particolare delle relative appendici I e II, nella versione definitiva approvata dal Comitato permanente per la catena alimentare e la salute degli animali il 15 marzo 2013."
Riferimenti normativi:
- Regolamento di esecuzione (UE) n. 367/2013 della Commissione del 22 aprile 2013 che approva la sostanza attiva Spodoptera littoralis nucleopolyhedrovirus, in conformità al regolamento (CE) n. 1107/2009 del Parlamento europeo e del Consiglio relativo all’immissione sul mercato dei prodotti fitosanitari e che modifica l’allegato del regolamento di esecuzione (UE) n. 540/2011 della Commissione
AGRICOLTURA BIOLOGICA
Microrganismi: sostanza attive utilizzabili in agricoltura biologica a norma del regolamento (CEE) n. 2092/91 poi abrogato e sostituito dal regolamento (CE) n. 834/2007 del 28 giugno 2007 che ne ha confermato l'uso in agricoltura biologica (vedi allegato II del regolamento (CE) n. 889/2008 poi modificato con regolamento n. 354/2014 dell'8 aprile 2014).
Descrizione, requisiti di composizione, condizioni per l'uso: Prodotti specificati nell'allegato del regolamento di esecuzione (UE) n. 540/2011 della Commissione non provenienti da OGM.
CAMPO DI IMPIEGO
Insetticida microbiologico per la difesa, in pieno campo o in serra, di fragola, pomodoro, peperone, melanzana, lattuga e spinacio.
SPETTRO D'AZIONE
Specifico per il controllo delle larve della nottua mediterranea (Spodoptera littoralis).
MODO D'AZIONE
Il prodotto agisce solo per ingestione contro le larve, soprattutto quelle neo sgusciate e/o delle prime età larvali.
I virus della poliedrosi nucleare (NPV) hanno il corpo d’inclusione di forma irregolarmente sferoidale, sovente cubica o più spesso poliedrica (da cui il nome); la loro dimensione può variare da 0,5 a 15 µm di diametro. All’interno del poliedro i virioni possono essere compresi in fasci di 2-8; il corpo di inclusione viene ingerito dalla larva e raggiunge il tratto dell’intestino medio della vittima, dove il pH alcalino dissolve la matrice proteica che protegge le particelle virali (nei Nucleo Poliedro Virus, sono presenti diversi virioni per capside); queste si riproducono attivamente nei nuclei delle cellule epiteliali e da qui diffondono l’infezione
a tutto l’epitelio intestinale. L’infezione si diffonde rapidamente nel corpo della vittima, fino a causarne la morte, nel giro di 2-4 giorni durante i quali l'attività trofica è fortemente rallentata.
In considerazione delle sua attività, il prodotto è più efficace contro le larve neosgusciate, in quanto quelle in stadi più avanza ti è necessario un numero superiore di capsidi per uccidere il fitofago.
Il prodotto è altamente specifico e in campo risulta efficace esclusivamente contro S. littoralis. Data la specificità di azione il prodotto risulta perfettamente selettivo nei confronti di ausiliari e insetti pronubi (importante soprattutto per i bombi che si usano per l’impollinazione del pomodoro in serra) e può quindi essere inserito in strategie di lotta integrata (riducendo così il rischio di sviluppo di popolazioni resistenti agli insetticidi di sintesi e in prossimità della raccolta in quanto non ha un LMR) o in agricoltura biologica (è un organismo geneticamente non modificato).
FORMULAZIONI
Sospensione concentrata
MODALITA' DI IMPIEGO
Modalità di impiego riferite a formulati all'1% di s.a. sotto forma di sospensione concentrata.
Il prodotto deve essere applicato poco prima e/o durante la schiusura delle uova. La data del primo trattamento dipende dal livello di infestazione presente; iniziare i trattamenti alla comparsa delle prime larve e danni. Se possibile, trattare la sera. Il prodotto fitosanitario è sensibile ai raggi UV. Sono necessari 2-3 trattamenti per generazione, ai dosaggi raccomandati. In pieno campo, i trattamenti successivi a quello di apertura devono essere ripetuti ad intervalli di circa 8 giorni soleggiati (2 giorni parzialmente soleggiati = 1 giorno di pieno sole). In serra, i trattamenti successivi a quello di apertura devono essere ripetuti ad intervalli al massimo di 14 giorni.
Istruzioni per l'applicazione: Dopo aver riempito l'irroratore d'acqua (da 400 a 1000 litri/ha), versare la quantità di prodotto necessaria. Il volume di acqua da utilizzare è in funzione della forma di allevamento e dello stadio vegetativo delle piante (sviluppo della superficie fogliare per ettaro) oltre che al tipo di irroratore utilizzato. Al momento del trattamento le piante non devono essere umide per pioggia o rugiada. Assicurare una buona e uniforme bagnatura di tutte le parti vegetali.
Precauzioni: Evitare l'uso di acqua con pH inferiore a 5 e superiore a 8, altrimenti utilizzare un prodotto tampone.
Le infestazioni della Nottua Mediterranea si verificano prevalentemente nell'areale centro-meridionale nel corso stagione autunnale, in cui rappresentano il principale nottuide, se non l'unico, per il periodo. Qualora si ritenga possano essere presenti anche altre specie oltre a S. littoralis, si può vantaggiosamente miscelare il prodotto con insetticidi a base di B. thuringiensis es. Lepinox PLus, o chimici.
COMPATIBILITA’
Il prodotto è compatibile con la maggior parte degli agrofarmaci (compreso lo zolfo), con l’eccezione del rame, dei saponi, delle argille acide e dei prodotti molto alcalini; evitare l’uso di acqua con pH superiore a 8 (o inferiore a 5) ed eventualmente acidificare la sospensione con FERTACID, oppure acido citrico o acetico (in agricoltura biologica). Il prodotto non è compatibile con i prodotti a base di rame e prodotti a reazione molto alcalina (poltiglia bordolese, polisolfuri, ecc.).
CONSERVAZIONE
Il prodotto va conservato in un normale frigorifero a 4 - 6 °C ed é stabile per almeno 2 anni. A temperatura ambiente (30 °C) ha una stabilità di almeno 2 settimane. Il prodotto può essere conservato anche in congelatore.
FITOTOSSICITA’
Alle normali dosi d'impiego il prodotto non è fitotossico.
Cosa sono gli insetticidi a base di NPV (NucleoPoliedroVirus)
Sono agrofarmaci microbiologici a base di Virus della Nucleopoliedrosi, ovvero un gruppo di Virus che in natura agiscono contro gli insetti, soprattutto Lepidotteri. Fanno parte della famiglia dei BaculoVirus (assolutamente innocua per le piante e gli animali a sangue caldo) ed hanno la caratteristica di formare dei corpi di inclusione (ovvero la forma infettante virale) di forma irregolarmente sferoidale, spesso cubica, ma più frequentemente poliedrica con dimensioni variabili da 0,5 a 15 µm, che contengono immersi in una matrice proteica diversi virioni in fasci di 2-8 elementi.
Il corpo di inclusione (o poliedro) una volta ingerito dalla larva dell’insetto bersaglio, raggiunge il tratto dell’intestino medio della vittima, dove il pH alcalino dissolve la protezione proteica che avvolge le particelle virali infettanti. Queste si attivano rapidamente e si riproducono nei nuclei delle cellule epiteliali, che sono la prima fonte di moltiplicazione del patogeno. Da qui l’infezione si diffonde attivamente a tutte le cellule dell’epitelio intestinale e al resto degli organi vitali; le larve attaccate progressivamente si intorpidiscono, riducono i movimenti, l’attività trofica e muoiono nel giro di 2-4 giorni; esse assumono un aspetto flaccido e lattiginoso e possono a loro volta diffondere l’infezione in quanto ciascuna può dare origine a milioni di nuovi corpi di inclusione.
I due insetticidi virali LITTOVIR e HELICOVEX che contengono due diversi NPV, agiscono quindi solo per ingestione, sono altamente specifici e non hanno alcun impatto sugli ausiliari e sui pronubi (come i bombi).
Nota: testo tratto da una brochure di Intrachem Bio Italia (anno 2012)