BENALAXIL-M

IMPIEGHI AUTORIZZATI E INTERVALLI DI SICUREZZA (gg.)
Vite28/42
Patata, pomodoro14
Si segnala la registrazione del prodotto Fantic M C WG (reg. 15045 del 24.2.2012), a base di benalaxil-m + mancozeb, autorizzato su vite, patata, pomodoro e cipolla.
LMR LIMITI MASSIMI DI RESIDUI (mg/Kg)
- Regolamento (UE) n.520/2011 della Commissione del 25 maggio 2011 (per prodotti non definiti nell'allegato I delle direttive 86/362/CEE, 86/363/CEE e 90/642/CEE il riferimento è il Regolamento n 149/2008):
Uve da tavola e da vino0,3
Altra frutta0,05*
Cipolle, peperoni0,2
Pomodori, melanzane0,5
Lattughe1
Meloni0,3
Cocomeri0,1
Altri ortaggi0,05*
Legumi da granella0,05*
Semi e frutti oleaginosi0,05*
Cereali0,05*
Tè, caffè, infusioni di erbe e cacao0,1*
Luppolo0,1*
Spezie0,1*
Piante da zucchero0,05*
Note:
Benalaxil, comprese altre miscele di costituenti isomeri come benalaxyl-M (somma di isomeri)
(*) Indica il limite inferiore di determinazione analitica
LMR in vigore fino al 31 agosto 2008:
Con Decreto 28 settembre 2006 è stata autorizzata l'immissione in commercio del prodotto Fantic M Blu (reg. n. 12870) a base di benalaxil-m e mancozeb, per la difesa di vite, pomodoro e patata. Per la sostanza attiva benalaxil M sono inoltre approvati i seguenti limiti massimi di residui, che saranno inseriti nel provvedimento di aggiornamento del decreto ministeriale 27 agosto 2004:
- uva da tavola e da vino: 0,1 mg/kg
- vino: 0,02 mg/kg
- patata: 0,01 mg/kg
- pomodoro: 0,05 mg/kg
REVISIONE EUROPEA
Sostanza attiva approvata a norma del regolamento (CE) n. 1107/2009.
Riferimenti normativi:
- Regolamento di esecuzione (UE) n. 1175/2013 della Commissione del 20 novembre 2013 che approva la sostanza attiva benalaxyl-M a norma del regolamento (CE) n. 1107/2009 del Parlamento europeo e del Consiglio relativo all’immissione sul mercato dei prodotti fitosanitari e che modifica l’allegato del regolamento di esecuzione (UE) n. 540/2011 della Commissione
- Decreto 27 maggio 2014 (GU n. 135 del 13-6-2014) Ri-registrazione provvisoria dei prodotti fi tosanitari a base della sostanza attiva benalaxyl-M approvata con regolamento (UE) n. 1175/2013 della Commissione, in conformità al regolamento (CE) n. 1107/2009 e recante modifica dell’allegato del regolamento di esecuzione (UE) n. 540/2011.
CAMPO DI IMPIEGO
Formulato in miscela con mancozeb è autorizzato su vite, pomodoro e patata.
Formulato in miscela con folpet è autorizzato su vite.
SPETTRO D'AZIONE
Peronospora.
MODALITA' E DOSI DI IMPIEGO
Modalità e dosi di impiego riferite a prodotti al 4% di benalaxil-m in combinazione con mancozeb 65%.
- VITE
Peronospora (Plasmopara viticola): g 250 per 100 litri di acqua (pari a 2,5 kg/ha).
I trattamenti vanno eseguiti nel periodo compreso fra il verificarsi delle condizioni sufficienti a determinare l'infezione primaria e la fase fenologica di sviluppo dei grappoli in cui gli acini hanno le dimensioni di un granello di pepe. I trattamenti vanno eseguiti ad un intervallo di 10-14 giorni. Il primo trattamento va eseguito in ogni caso non più tardi della fase fenologica di differenziazione degli organi fiorali (7-8 foglie). Successivamente allo sviluppo dei grappoli usare fungicidi di copertura.
Su questa coltura non effettuare più di 3 interventi nell'arco della stagione.
-
POMODORO
Peronospora (Phytophthora infestans): g 250 per 100 litri di acqua (pari a 2,5 kg/ha).
Applicazioni in pieno campo a cadenza di 10 giorni a partire dal verificarsi delle condizioni favorevoli all'insorgere dell'infezione.
-
PATATA
Peronospora (Phytophthora infestans): g 250 per 100 litri di acqua (pari a 2,5 kg/ha).
Applicazioni in pieno campo a cadenza di 8-10 giorni a partire dal verificarsi delle condizioni favorevoli all'insorgere dell'infezione.
Per evitare l'insorgenza di resistenza non applicare il prodotto o altri prodotti contenenti benalaxil-M o fenilammidi per più di 3 volte su patata e pomodoro.
NON IMPIEGARE IN SERRA