FORMETANATO

IMPIEGHI AUTORIZZATI E INTERVALLO DI SICUREZZA (gg.)
Si riporta di seguito il riepilogo degli impieghi autorizzati e degli intervalli di sicurezza (min/max) di questa sostanza attiva così come risultano dalle etichette dei prodotti fitosanitari che la contengono da sola o in miscela con altre sostanze attive.
Vite da tavola-- (trattamento ad inizio fioritura)
Pesco, nettarine, albicocco-- (trattamento a caduta petali)
Fragola10
Cipolla28 (fino al 16 settembre 2014)
Melone, cocomero, zucca3
Peperone-- (trattamento entro la fine della fioritura del primo palco fiorale) (impiego autorizzato fino al 7 luglio 2014)
Pomodoro, melanzana14
Dolcetta, lattuga cappuccia, lattughino, lattuga iceberg, lattuga romana, lcarola, cicoria selvatica, cicoria a foglia rossa, radicchio, indivia riccia, cicoria pan di zucchero-- (trattamento entro la fase di 4-6 foglie)
Colture ornamentali e floreali (Rosa, Crisantemo, Gerbera, Garofano)--
Note:
Su melone, cocomero, zucca, fragola, lattughe e scarola impiego solo in campo.
Su peperone impiego solo in serra.
Su pomodoro, melanzana e colture ornamentali e floreli impiego in pieno campo e in serra.
Altre note:
Si segnala che con Decreto 19 maggio 2014 è stata autorizzata l'estensione di impiego sulla cipolla per il controllo della Frankliniella occidentalis, Thrips spp. per un periodo massimo di 120 giorni, fino al 16 settembre 2014.
Impiego su peperone eliminato a decorerre dall'8 luglio 2014 nel rispetto dei nuovi limiti massimi di residui previsti dal regolamento (UE) n. 61/2014.
LIMITI MASSIMI DI RESIDUI (mg/Kg = ppm)
  • Regolamento (UE) 2015/401 della Commissione del 25 febbraio 2015:
Uve da tavola e da vino0,1
Fragole0,4
Altra frutta0,01*
Pomodori, melanzane, cucurbitacee con buccia non commestibile, cetriolini0,3
Altri ortaggi0,01*
Legumi da granella0,01*
Semi e frutti oleaginosi0,01*
Cereali0,01*
Tè, caffè, infusioni di erbe e cacao0,05*
Luppolo0,05*
Barbaforte o cren0,01* (+)
Altre spezie0,05*
Piante da zucchero0,01*
Note:
Somma di formetanato e relativi sali, espressa in cloridrato di formetanato
Il regolamento (CE) n. 396/2005, nella versione anteriore alle modifiche stabilite dal presente regolamento, continua ad essere applicato ai prodotti ottenuti in conformità delle norme prima del 14 agosto 2014: tutti i prodotti eccetto uve da tavola e da vino, pomodori, melanzane, zucchine, meloni, zucche e cocomeri.
(*) Indica il limite inferiore di determinazione analitica
(+) Il livello massimo di residui applicabile al barbaforte o cren (Armoracia rusticana) nel gruppo delle spezie (codice 0840040) è quello fissato per il barbaforte o cren (Armoracia rusticana) nella categoria degli ortaggi, gruppo degli ortaggi a radice e tubero (codice 0213040), tenendo conto delle variazioni del tenore di residui conseguenti alla trasformazione (essiccatura) a norma dell'articolo 20, paragrafo 1, del regolamento (CE) n. 396/2005.
REVISIONE EUROPEA
Sostanza attiva approvata, a norma del regolamento (CE) n. 1107/2009, con la seguente disposizione specifica (Parte A): "Possono essere autorizzati solo gli usi come insetticida e acaricida."
Riferimenti normativi:
  • Direttiva 2007/5/CE della Commissione del 7 febbraio 2007 che modifica la direttiva 91/414/CEE del Consiglio con l'iscrizione delle sostanze attive captan, folpet, formetanato e metiocarb.
  • Decreto 26 Aprile 2007 (GU n. 204 del 3-9-2007) Inclusione delle sostanze attive captan, folpet, formetanate e metiocarb nell'allegato I del decreto legislativo 17 marzo 1995, n. 194, in attuazione della direttiva 2007/5/CE della Commissione del 7 febbraio 2007.
  • Regolamento di esecuzione (UE) 2015/404 della Commissione dell'11 marzo 2015 che modifica il regolamento (UE) n. 540/2011 per quanto riguarda la proroga dei periodi di approvazione delle sostanze attive beflubutamid, captano, dimetoato, dimetomorf, etoprofos, fipronil, folpet, formetanato, glufosinato, metiocarb, metribuzin, fosmet, pirimifosmetile e propamocarb
CAMPO DI IMPIEGO
Insetticida per la difesa di vite da tavola, pesco, nettarine, albicocco, fragoal, melone, cocomero, zucca, pomodoro, melanzana, dolcetta, lattuga cappuccia, lattughino, lattuga iceberg, lattuga romana, lcarola, cicoria selvatica, cicoria a foglia rossa, radicchio, indivia riccia, cicoria pan di zucchero, colture ornamentali e floreali (Rosa, Crisantemo, Gerbera, Garofano).
SPETTRO D'AZIONE
Insetticida-acaricida particolarmente efficace contro i Tripidi (neanidi ed adulti) e le forme mobili dei più comuni acari Tetranichidi.
MODO D'AZIONE
Il prodotto agisce per contatto e ingestione esercitando un’azione rapida e duratura. Per ottenere i migliori risultati è fondamentale effettuare una bagnatura accurata di tutta la vegetazione.bile
FORMULAZIONE
Polvere solubile
MODALITA' E DOSI DI IMPIEGO
Modalità e dosi di impiego riferite a prodotti al 50% di s.a. sotto forma di polvere solubile.
Vite (Uva da tavola): contro Tripide occidentale (Frankliniella occidentalis) e altri tripidi (Thrips spp), trattare ad inizio fioritura alla dose di 1 kg/ha pari a 125 g/hl, utilizzando un volume di acqua di 800 l/ha ed avendo cura di bagnare accuratamente e particolarmente la zona dei grappoli. E’ consentito al massimo 1 intervento all’anno. In caso di aree con livelli di infestazione storicamente molto elevati, inserire il prodotto in uno specifico programma di controllo dei parassiti.
Pesco, Nettarine, Albicocco: contro Tripidi (Frankliniella occidentalis, Thrips spp.) trattare a caduta petali alla dose di 1 kg/ha pari a 100 g/hl, utilizzando un volume di acqua di 1000 l/ha. E’ consentito al massimo 1 intervento all’anno. In caso di aree con livelli di infestazione storicamente molto elevati, inserire il prodotto in uno specifico programma di controllo dei parassiti, che preveda l’alternanza di prodotti a diverso meccanismo d’azione.
Melone, Cocomero, Zucca (in pieno campo): contro Tripide occidentale (Frankliniella occidentalis) e altri tripidi (Thrips tabaci, Thrips spp.), trattare ad inizio infestazione alla dose di 1 kg/ha pari a 100 g/hl, utilizzando un volume di acqua di 1000 l/ha, ripetendo il trattamento, se necessario, a distanza di 21 giorni dal precedente (al massimo 2 interventi per ciclo di coltivazione) avendo cura di inserire il prodotto in uno specifico programma di controllo dei parassiti, che preveda l’alternanza di prodotti a diverso meccanismo d’azione.
Pomodoro, Melanzana (in pieno campo e in serra): contro Tripide occidentale (Frankliniella occidentalis) e altri tripidi (Thrips tabaci, Thrips spp.), trattare ad inizio infestazione alla dose di 1 kg/ha pari a 125 g/hl, utilizzando un volume di acqua di 800 l/ha. Bagnare la pianta in modo accurato e uniforme. E’ consentito al massimo 1 intervento per ciclo di coltivazione.
Lattughe e Scarola (in pieno campo): contro Tripidi (Frankliniella occidentalis, Thrips spp.), trattare ad inizio infestazione alla dose di 1 kg/ha pari a 200 g/hl, utilizzando un volume di acqua di 500 l/ha. Effettuare una bagnatura accurata ed uniforme della pianta. E’ consentito al massimo 1 trattamento per ciclo di coltivazione, entro la fase di 4-6 foglie.
Colture ornamentali e floreali (Rosa, Crisantemo, Gerbera, Garofano) in pieno campo e in serra: contro Tripidi, (Frankliniella ccidentalis, Thrips tabaci, Thrips spp.) trattare ad inizio infestazione alla dose di 1 kg/ha pari a 100 g/hl, utilizzando un volume di acqua di 1000 l/ha ed effettuando una bagnatura accurata ed uniforme della pianta. E’ consentito al massimo 1 intervento per ciclo di fioritura.
Intervallo di sicurezza: sospendere i trattamenti 14 giorni prima della raccolta per pomodoro e melanzana, 3 giorni per melone, zucca e cocomero.
COMPATIBILITA’
Il prodotto non è compatibile con i prodotti a reazione alcalina come la poltiglia bordolese e lo zolfo.
FITOTOSSICITA’
Il prodotto risulta, nelle normali condizioni d’impiego, selettivo per le colture riportate in etichetta.
Somma di formetanato e relativi sali, espressa in cloridrato di formetanato