SPIROTETRAMMATO

IMPIEGHI AUTORIZZATI E INTERVALLI DI SICUREZZA (gg.)
Si riporta di seguito il riepilogo degli impieghi autorizzati e degli intervalli di sicurezza (min/max) di questa sostanza attiva così come risultano dalle etichette dei prodotti fitosanitari che la contengono da sola o in miscela con altre sostanze attive.
Colture:
Melo, pero, pesco, nettarino, albicocco, susino, ciliegio21
Agrumi (arancio, limone, limette, mandarino e clementino, pompelmo, bergamotto, cedro, arancio amaro, chinotto), vite14
Lattughe e altre insalate comprese le brassicacee, fagiolo, fagiolino, pisello7
Melone, cocomero, cetriolo, zucchino, pomodoro, melanzana, peperone, cavoli a testa3
Note:
Pomodoro, peperone, melanzana, cetriolo, zucchino, melone, lattughe e altre insalate, comprese le brassicacee: in pieno campo e in serra.
Cocomero: a pieno campo.
Fagiolo, fagiolino, pisello: in serra.
LMR LIMITI MASSIMI DI RESIDUI (mg/Kg)
  • Regolamento (UE) n. 2015/845 della Commissione del 27 maggio 2015:
Agrumi, pomacee1
Frutta a guscio0,5
Drupacee3
Uve da tavola e da vino2
Fragole, papaie0,4
Mirtilli rossi0,2
Olive da tavola4
Banane0,6
Kiwi, manghi, ananas0,3
Litci15
Avocadi0,7
Altra frutta0,1*
Patate0,8
Cipolle, scalogni0,4
Pomodori, peperoni, melanzane, cavoli cappucci, cavoli rapa2
Cavoli a foglia, lattughe e altre insalate, comprese le brassicacee, spinaci e simili, crescione acquatico7
Altre solanacee, cavoli a infiorescenza, carciofi1
Cucurbitacee con buccia commestibile, cucurbitacee con buccia non commestibile0,2
Cavoletti di Bruxelles0,3
Erbe fresche, sedani4
Legumi freschi1,5
Altri ortaggi0,1*
Legumi da granella2
Semi di soia4
Semi di cotone0,4
Altri semi oleaginosi0,1*
Olive da olio4
Altri frutti oleaginosi0,1*
Cereali0,1*
Tè, caffè, infusioni di erbe e cacao0,1*
Luppolo15
Spezie (escluso barbaforte o cren)0,1*
Barbaforte o cren0,1* (+)
Piante da zucchero0,1*
Note:
Spirotetrammato e i suoi 4 metaboliti BYI08330-enolo, BYI08330-chetoidrossilico, BYI08330-monoidrossilico e BYI08330 enol-glucoside, espressi in spirotetrammato.
(R) = La definizione di residui è diversa per le seguenti combinazioni di antiparassitari e numeri di codice: Spirotetramato — codice 1000000:Spirotetramato e il suo metabolita BYI08330-enolo espressi in spirotetramato»
(+) Il livello massimo di residui applicabile al barbaforte o cren (Armoracia rusticana) nel gruppo delle spezie (codice 0840040) è quello fissato per il barbaforte o cren (Armoracia rusticana) nella categoria degli ortaggi, gruppo degli ortaggi a radice e tubero (codice 0213040), tenendo conto delle variazioni del tenore di residui conseguenti alla trasformazione (essiccatura) a norma dell'articolo 20, paragrafo 1, del regolamento (CE) n. 396/2005.
(*) Indica il limite inferiore di determinazione analitica
REVISIONE EUROPEA
Sostanza attiva approvata a norma del regolamento (CE) n. 1107/2009.
Riferimenti normativi:
  • Regolamento di esecuzione (UE) n. 1177/2013 della Commissione del 20 novembre 2013 che approva la sostanza attiva spirotetramat in conformità al regolamento (CE) n. 1107/2009 del Parlamento europeo e del Consiglio relativo all’immissione sul mercato dei prodotti fitosanitari, e che modifica l’allegato del regolamento di esecuzione (UE) n. 540/2011 della Commissione
  • Decreto 21 maggio 2014 (GU n. 134 del 12-6-2014) Ri-registrazione provvisoria dei prodotti fi tosanitari a base della sostanza attiva spirotetramat approvata con regolamento (UE) n. 1177/2013 della Commissione, in conformità al regolamento (CE) n. 1107/2009 e recante modifi ca dell’allegato del regolamento di esecuzione (UE) n. 540/2011.
ALTRE DISPOSIZIONI
  • Si segnala che con Decreto 28 febbraio 2013 il prodortto Movento 48 SC (reg. 14409) ha ottenuto l'estensione di impiego in campo per pomodoro, melanzana e lattughe.
CAMPO DI IMPIEGO
Insetticida per la difesa di melo, pero, pesco, nettarino, albicocco, susino, ciliegio, agrumi (arancio, limone, limette, mandarino e clementino, pompelmo, bergamotto, cedro, arancio amaro, chinotto), vite, lattughe e altre insalate comprese le brassicacee, fagiolo, fagiolino, pisello, melone, cocomero, cetriolo, zucchino, pomodoro, melanzana, peperone, cavoli a testa.
SPETTRO D'AZIONE
Insetticida ad azione sistemica attivo nei confronti degli afidi dei fruttiferi e degli ortaggi, aleurodidi, cocciniglie dei fruttiferi e della vite, psilla del pero.
MODO D'AZIONE
Insetticida ad azione sistemica.
FORMULAZIONI
  • Sospensione concentrata
MODALITA' DI IMPIEGO
Modalità e dosi di impiego rifeerite a prodotti al 4,53% di s.a. (48 g/l), sotto forma di sospensione concentrata.
  • Melo, pero.
Intervenire a partire dalla post-fioritura contro: afidi (Dysaphis plantaginea, Aphis pomi, Aphis gossypii) alla comparsa dei primi individui alla dose di 250 ml/hl (2,5-3,75 l/ha); eriosoma (Eriosoma lanigerum) alla comparsa dei primi individui alla dose di 300 ml/hl (3-4,5 l/ha); cocciniglie (Quadraspidiotus perniciosus) all’inizio della migrazione delle neanidi alla dose di 300 ml/hl (3-4,5 l/ha); psilla del pero (Cacopsylla pyri) effettuando l’applicazione con la prevalente presenza di “uova gialle” della seconda generazione, alla dose di 300 ml/hl (3-4,5 l/ha). In caso di necessità, ripetere l’applicazione a 14 giorni di distanza. Effettuare al massimo 2 applicazioni/anno.
  • Pesco, nettarino, albicocco, susino, ciliegio.
Intervenire a partire dalla scamiciatura contro: afidi (Myzus persicae, Myzus varians, Hyalopterus amygdali) alla comparsa dei primi individui alla dose di 250 ml/hl (2,5-3,75 l/ha); cocciniglie (Quadraspidiotus perniciosus, Diaspis pentagona) all’inizio della migrazione delle neanidi alla dose di 300 ml/hl (3-4,5 l/ha). In caso di necessità ripetere l’applicazione a 14 giorni di distanza. Effettuare al massimo 2 applicazioni/anno.
  • Agrumi (arancio, limone, limette, mandarino e clementino, pompelmo, bergamotto, cedro, arancio amaro, chinotto).
Intervenire a partire dall’allegagione contro: afidi (Aphis gossypii, Aphis spiraecola, Toxoptera aurantii) alla comparsa dei primi individui alla dose di 165 ml/hl (2,5-3,75 l/ha); cocciniglie (Planococcus citri, Aonidiella aurantii, Ceroplastes ruscii, Saissetia oleae) all’inizio della migrazione delle neanidi alla dose di 200 ml/hl (3-4,5 l/ha); aleurodidi (Aleurothrixus floccosus) intervenire alla comparsa dell’infestazione alla dose di 200 ml/hl (4,5 l/ha). In caso di necessità, ripetere l’applicazione a 14 giorni di distanza. Effettuare al massimo 2 applicazioni/anno.
  • Vite da tavola e da vino.
Intervenire a partire da fine fioritura contro: cocciniglia (Planococcus ficus) all’inizio della migrazione delle neanidi alla dose di 150-200 ml/hl (1,5 l/ha). In caso di necessità, ripetere l’applicazione a 14 giorni di distanza. Effettuare al massimo 2 applicazioni/anno.
  • Pomodoro, peperone, melanzana (colture in serra).
Contro afidi (Myzus persicae, Aphis gossypii) intervenire alla comparsa dei primi individui alla dose di 165 ml/hl (1,25-2,5 l/ha). In caso di necessità ripetere l’applicazione a distanza di 14 giorni. Contro aleurodidi (Bemisia tabaci, Trialeurodes vaporariorum) intervenire alla comparsa dei primi individui alla dose di 200 ml/hl (1,5-3 l/ha). Ripetere l’applicazione dopo 14 giorni. Effettuare al massimo 2 applicazioni/anno.
  • Pomodoro, peperone, melanzana (colture in pieno campo).
Contro afidi (Myzus persicae, Aphis gossypii) intervenire alla comparsa dei primi individui alla dose di 165 ml/hl (1,25 l/ha) e, in caso di necessità, ripetere l’applicazione a distanza di 14 giorni. Effettuare al massimo 2 applicazioni/anno.
  • Cetriolo (coltura in serra).
Contro afidi (Aphis gossypii, Myzus persicae) intervenire alla comparsa dei primi individui alla dose di 165 ml/hl (1,25-2,5 l/ha) e, in caso di necessità, ripetere l’applicazione a distanza di 14 giorni. Contro aleurodidi (Bemisia tabaci, Trialeurodes vaporariorum) intervenire alla comparsa dei primi individui alla dose di 200 ml/hl (1,5-3 l/ha). Ripetere il trattamento dopo 14 giorni. Effettuare al massimo 2 applicazioni/anno.
  • Cetriolo (coltura in pieno campo).
Contro afidi (Aphis gossypii, Myzus persicae) intervenire alla comparsa dei primi individui alla dose di 165 ml/hl (1,25 l/ha) e, in caso di necessità, ripetere l’applicazione a distanza di 7-14 giorni. Effettuare al massimo 2 applicazioni/anno.
  • Zucchino (coltura in serra).
Contro afidi (Aphis gossypii, Myzus persicae) intervenire alla comparsa dei primi individui alla dose di 165 ml/hl (1,25 l/ha). Contro aleurodidi (Bemisia tabaci, Trialeurodes vaporariorum) intervenire alla comparsa dei primi individui alla dose di 200 ml/hl (1,5 l/ha). Ripetere l’applicazione a distanza di 14 giorni. Effettuare al massimo 2 applicazioni/anno.
  • Zucchino (coltura in pieno campo).
Contro afidi (Aphis gossypii, Myzus persicae) intervenire alla comparsa dei primi individui alla dose di 165 ml/hl (1,25 l/ha) e, in caso di necessità, ripetere l’applicazione a distanza di 7-14 giorni. Effettuare al massimo 2 applicazioni/anno.
  • Melone, cocomero (colture in pieno campo).
Contro afidi (Aphis gossypii, Myzus persicae) intervenire alla comparsa dei primi individui alla dose di 165 ml/hl (1,25 l/ha) e, in caso di necessità, ripetere l’applicazione dopo 7-14 giorni. Effettuare al massimo 2 applicazioni/anno.
  • Melone (coltura in serra).
Contro afidi (Aphis gossypii, Myzus persicae) intervenire alla comparsa dei primi individui alla dose di 165 ml/hl (1,25 l/ha). Contro aleurodidi (Bemisia tabaci, Trialeurodes vaporariorum) intervenire alla comparsa dei primi individui alla dose di 200 ml/hl (1,5 l/ha). Ripetere l’applicazione a distanza di 14 giorni. Effettuare al massimo 2 applicazioni/anno.
  • Fagiolo, fagiolino, pisello (colture in serra).
Contro afidi (Aphis fabae) intervenire alla comparsa dei primi individui alla dose di 165 ml/hl (1,25-2,5 l/ha) e, in caso di necessità, ripetere il trattamento dopo 14 giorni. Contro aleurodidi (Trialeurodes vaporariorum, Bemisia tabaci) intervenire alla comparsa dei primi individui alla dose di 200 ml/hl (1,5-3 l/ha). Ripetere l’applicazione a distanza di 14 giorni. Effettuare al massimo 2 applicazioni/anno.
  • Cavoli (cavoli a testa).
Contro afidi (Myzus persicae, Brevicoryne brassicae) e mosca bianca (Aleyrodes proletella) intervenire alla comparsa dei primi individui alla dose di 165-200 ml/hl (1,25-1,5 l/ha). Effettuare al massimo 2 applicazioni/anno.
  • Lattughe e altre insalate, comprese le brassicacee (colture in pieno campo e in serra).
Contro afidi (Myzus persicae, Nasonovia ribisnigri) intervenire alla comparsa dei primi individui alla dose di 165-200 ml/hl (1,25-1,5 l/ha) e, in caso di necessità, ripetere l’applicazione a distanza di 14 giorni. Effettuare al massimo 2 applicazioni/anno.
Le concentrazioni sono calcolate per irroratrici a volume normale, utilizzando le quantità d’acqua indicate nella seguente tabella:
Coltura Acqua (l/ha):
Melo, pero, pesco, nettarino, susino, albicocco, ciliegio: 1000-1500
Agrumi: 1500-2250
Vite da tavola e da vino: 750-1000
Pomodoro, melanzana, peperone, cetriolo, fagiolo, fagiolino, pisello (serra): 750-1500
Pomodoro, melanzana, peperone, cetriolo (colture in pieno campo): 750
Zucchino (pieno campo e serra): 750
Melone (pieno campo e serra), cocomero (pieno campo): 750
Cavoli: 750
Lattughe e altre insalate comprese le brassicacee (pieno campo e serra): 750
Nel caso di irroratrici a basso volume riferirsi alla dose/ha. Non applicare Movento 48 SC con irroratrici ad ultrabasso volume.
AVVERTENZE AGRONOMICHE
Dato l’ampio numero e la continua introduzione di nuove varietà di colture orticole, si consiglia di effettuare saggi preliminari di selettività su alcune piante prima di trattare l’intera coltura.
COMPATIBILITA’
Movento 48 SC va impiegato da solo.
E’ possibile l’aggiunta di Oliocin nei seguenti casi:
  • melo: contro cocciniglie ed eriosoma, alla concentrazione massima dello 0,4%
  • pero: contro psilla e cocciniglie, alla concentrazione massima dello 0,25%
  • vite e agrumi: contro cocciniglie, alla concentrazione massima dello 0,25%
Se in miscela con Oliocin, su melo e pero non impiegare Movento 48 SC prima di otto giorni da un’applicazione con captano.
Non aggiungere olii o bagnanti nelle applicazioni a basso volume.
Spirotetrammato e i suoi 4 metaboliti BYI08330-enolo, BYI08330-chetoidrossilico, BYI08330-monoidrossilico e BYI08330 enol-glucoside, espressi in spirotetrammato.
(R) = La definizione di residui è diversa per le seguenti combinazioni di antiparassitari e numeri di codice: Spirotetrammato — codice 1000000 eccetto 1040000: spirotetrammato e il suo metabolita BYI08330-enol espressi in spirotetrammato»