LECITINA

NOME CHIMICO

Fosfatidil colina.

NOTIZIE GENERALI

Fosfolipide costituito da una miscela di digliceridi degli acidi oleico, palmitico e stearico, legati all’estere colinico dell’acido fosforico. Si trova sia nelle cellule vegetali che in quelle animali come elemento strutturale, soprattutto della parete cellulare. La lecitina viene ampiamente utilizzata nell’industria alimentare come emulsionante, ma anche come antiossidante e stabilizzante (è autorizzata come additivo a livello europeo con la sigla E 322). Grazie alle proprietà sopra ricordate trova impiego nelle miscele olio-acqua di insetticidi, anticrittogamici ed erbicidi, ne ottimizza l’efficacia permettendo di utilizzare dosi inferiori dei principi attivi. La lecitina viene estratta prevalentemente dai semi di soia e in quantità minore da altre fonti come semi di colza, di girasole e dal tuorlo d’uovo.

REGISTRAZIONE

La lecitina non è stata inclusa nel Regolamento di esecuzione UE n. 540/2011 (direttiva 2007/442/CE). In Italia la lecitina di soia risulta autorizzata come coadiuvante per applicazioni erbicide ad attività antideriva. Questa sostanza è inserita nell'allegato I del D.M. 18354/2009, pertanto, può essere utilizzata come corroborante, potenziatore delle difese naturali dei vegetali (il prodotto commerciale per uso agricolo deve presentare un contenuto in fosfolipidi totali non inferiore al 95% ed in fosfatidilcolina non inferiore al 15%).

TOSSICITA' E SELETTIVITA'

Non risulta tossica per il lombrico Eisenia foetida alla dose di 1.000 mg/kg di terreno; non è tossica per le api a dosi di 100 microgrammi. E’ considerata non dannosa per gli organismi utili quali Encarsia formosa, Chrysoperla carnea, Diaretiella rapae, Thyphlodromus pyri e Trichogramma cacoeciae. Classe Tossicologica: Non Classificato (in Germania e altri Paesi dell'U.E.).

Spettro d'attività: efficace contro l’oidio del melo, della fragola e della lattuga.Intervallo di sicurezza: 0 giorni su ornamentali, 3 giorni su cetriolo, 7 giorni su melo, uva spina (in Germania).Settore d'impiego: nei Paesi in cui è autorizzato, il prodotto trova applicazione su colture come cetriolo, uva spina, melo e ornamentali.Compatibilità: la lecitina può essere miscelata alla maggior parte dei preparati impiegati in agricoltura biologica.Utilizzazione in agricoltura biologica: fungicida.

Meccanismo d'azione: blocca la germinazione dei conidi; dopo il trattamento il fungo non è più in grado di penetrare la parete cellulare. I fosfolipidi, inoltre, esplicano un effetto positivo sulla salute della pianta in quanto potenziano i meccanismi di difesa dei tessuti vegetali. Agisce per contatto.

Prodotti contenenti LECITINA