PERMANGANATO DI POTASSIO

E' il più comune sale di manganese. Si presenta sotto forma di prismi rombici di colore porporino-violetto cupo; si ottiene per ossidazione elettrolitica dei minerali di manganese. Si solubilizza lentamente in acqua e possiede energiche proprietà ossidanti. Per questo suo potere ossidante viene impiegato come decolorante e disinfettante e nella fabbricazione di molte sostanze organiche: saccarine, coloranti, prodotti farmaceutici, ecc. Ha una scarsa persistenza.

REGISTRAZIONE

In Italia non vi è attualmente alcun formulato registrato. Il Permanganato di potassio non è stato incluso nel Regolamento di esecuzione UE n. 540/2011 (Decisione 2008/768/CE).

TOSSICITA' E SELETTIVITA'

E' un prodotto a bassa tossicità per la fauna terrestre (DL50 orale su ratti: 1.090 mg/kg) e acquatica. Il suo impiego non comporta rischi di residui sulle colture poiché il prodotto di ossidazione, il biossido di manganese, è insolubile in acqua, inerte e non viene assorbito dalle piante. Il Permanganato di potassio è molto caustico in soluzione concentrata, ma molto meno alle dosi di impiego in campo. Risulta particolarmente fitotossico sulle colture vegetali ed è buona precauzione evitare di irrorarlo poco prima della raccolta, a causa delle possibili macchie che i trattamenti possono lasciare sui frutti.

Spettro d'attività: è piuttosto ampio e risulta utilizzato come battericida e fungicida. Le avversità ad eziologia fungina, controllate con il permanganato di potassio, sono oidio della vite, delle cucurbitacee e dei fruttiferi, cladosporiosi, fusariosi, verticilliosi, peronospore, maculature fogliari da Phomopsis. E' utilizzato anche contro muschi e licheni.Settore d'impiego: trova impiego su vite, ortive, fruttiferi.Compatibilità: la soluzione di Permanganato di potassio va preparata poco prima dell'uso e non può essere miscelata con sostanze organiche quali: concimi fogliari, antiparassitari come rotenone e piretro, microrganismi e virus. E’ invece miscibile con zolfo, ossicloruro di rame e olio minerale. Inoltre, non deve essere miscelato a sostanze acide che lo inattivano. Si tratta di un prodotto molto corrosivo, per cui dopo l'uso è opportuno lavare rapidamente le attrezzature.Utilizzazione in agricoltura biologica: fungicida, battericida. E' autorizzato l'impiego solo su alberi da frutta, olivi e viti.

Agisce per contatto con azione immediata. Esplica azione ossidante sulla materia organica, che si accompagna alla scomparsa del permanganato di potassio e alla formazione di biossido di manganese come prodotto di reazione. Poiché le proprietà fungicide e battericide derivano dalla capacità di degradare il materiale organico, non si sviluppano ceppi resistenti. Esplica azione curativa nei confronti dell'oidio e depressiva nei confronti degli altri patogeni. Contro gli agenti del mal bianco si consiglia di alternare i trattamenti con zolfo.