PINOLENE

Sostanza ottenuta dalla resina di pino con particolari proprietà antitraspiranti.
AGRICOLTURA BIOLOGICA
  • Sostanza attiva (microrganismo) utilizzabile in agricoltura biologica a norma del regolamento (CEE) n. 2092/91 e prorogata dall'articolo 16, paragrafo 3, lettera c), del regolamento (CE) n. 834/2007. (Regolamento (CE) n. 889/2008 - Allegato II).
ALTRE DISPOSIZI0NI
  • Decreto 25 marzo 2004 (GU n. 102 del 3-5-2004) "Annullamento del decreto 17 febbraio 2004 concernente la revoca dell'autorizzazione di prodotti contenenti le sostanze pinolene o proteine idrolizzate."
  • Decreto 14 settembre 2004 (GU n 231 del 1-10-2004) Rinnovo dell'autorizzazione all'immissione in commercio ed all'impiego del coadiuvante di prodotti fitosanitari, classificato «esente da classificazione di pericolo», denominato «Vapor Gard»."
CAMPO DI IMPIEGO
Antitraspirante-protettivo utilizzabile su agrumi, melo, pero, albicocco, ciliegio, pesco, nettarino, susino, vite (da tavola), actinidia, ortaggi a frutto ed a foglia, patata, barbabietola da zucchero, innesti erbacei di orticole, piantine in vivaio o semenzaio ed appena poste a dimora, trapianti di alberi a foglia caduca in presenza di foglie, piante sempreverdi in vivaio, in parchi e viali cittadini, piante ornamentali in zone marine.
MODO D'AZIONE
Questa sostanza, ottenuta dalla resina di pino che ha particolari proprietà antitraspiranti, opportunamente diluita in acqua ed irrorata sulla vegetazione, è in grado di formare sulle superfici irrorate un reticolo più o meno fitto, simile ad una pellicola, in grado di regolare la traspirazione delle piante.
FORMULAZIONI
Liquido emulsionabile
MODALITA' DI IMPIEGO
Modalità e dosi di impiego riferite a prodotti al 96% di p.a. sotto forma di liquido emulsionabile.
TRATTAMENTI ANTI TRASPIRANTI - PROTETTIVI
  • Agrumi (arancio, limone, mandarino, clementino)
Soluzione 1 %, 25 giorni prima della raccolta; può migliorare la pezzatura, può ridurre il disseccamento post-raccolta e può migliorare la conservazione.
  • Pesco, nettarine, albicocco, susine
Aumento di peso e colorazione più intensa dei frutti, migliore conservabilità: soluzione 1%, 10-15 giorni prima della raccolta.
Può migliorare la conservabilità e uò avere effetti positivi contro la monilia: soluzione 0,1-0,2%, in pre-raccolta.
  • Uva da tavola
Maturazione più ritardata e migliore conservabilità: circa 20 giorni prima della maturazione, soluzione 1%.
  • Actinidia (Kiwi)
Può miglioarre la conservabilità e può avere effetti positivi contro botritis: in pre-raccolta, soluzione 0,1 - 0,2%.
  • Orticole a frutto
Aumenta la resistenza a lunghi periodi di siccità, migliora la qualità e conservabilità dei frutti: soluzione 1-2%, nel periodo in cui è frequente lo stress idrico e/ o 10 - 15 giorni dalla raccolta.
  • Orticole a foglia
Riduce il "Tip burn ", aumenta la resistenza alla siccità, aumenta la turgescenza: soluzione 0,5-1%, nel periodo in cui é frequente lo stress idrico.
  • Innesti erbacei di orticole
Miglior attecchimento degli innesti (melanzane, melone, ecc.): soluzione 1-1,5%, trattare le piante madri il giorno prima del taglio delle marze.
  • Patata
Aumento di produzione e tuberi più uniformi: soluzione 2%, dalla piena fioritura fino a 2 settimane dopo.
  • Barbabietola da zucchero
Protegge dalla disidratazione e aumenta la dimensione della radice: soluzione 1-2%, nel periodo più caldo della stagione.
TRATTAMENTI ANTI TRASPIRANTI VERI E PROPRI
  • Piantine in vivaio o semenzaio
Maggiore resistenza a stress per mancanza di acqua, migliore attecchimento al trapianto: soluzione 1-2%, 1 o 2 giorni prima della consegna per il trapianto.
  • Piantine appena poste in dimora
Può migliorare l'attecchimento per minore perdita di umidità: soluzione 1-1,5%, immediatamente dopo il trapianto.
  • Trapianti di alberi a foglia caduca in presenza di foglie
Può migliorare la percentuale di attecchimento: soluzione 2%, un giorno prima della estirpazione.
  • Pero
Riduce il fenomeno del brusone non parassitario: soluzione 0,4-0,6%, nei momenti di eccessiva evapotraspirazione.
  • Fiori recisi
Maggiore durata, aspetto brillante del fiore: soluzione 1-2%, 1 giorno prima della raccolta.
TRATTAMENTI ANTITRASPIRANTI - PROTETTIVI DA AGENTI ATMOSFERICI E FISIOPATIE
  • Agrumi (arancio e mandarino cv. soggette a spacco)
Riduce il fenomeno dello spacco: soluzione 0,2-0,3%, prima dell'invaiatura 2-3 interventi a 20-25 giorni.
  • Mele: varietà sensibili alla spaccatura
Riduce la spaccatura, riduce l'incidenza dei colpi di sole, migliora la colorazione: soluzione 0,6-0,8%, 45 giorni prima della raccolta: 3-4 interventi.
  • Ciliegie
Riduce la spaccatura dovuta alle piogge: soluzione 0,6-0,8%, prima dell'invaiatura 15-20 giorni prima della maturazione.
  • Actinidia (kiwi)
Riduce la disidratazione e il disseccamento delle foglie ad opera del vento: soluzione 0,6-0,8%, nei momenti di eccessiva evapotraspirazione.
  • Pesco: varietà sensibili alla spaccatura
Riduce la spaccatura, aumenta la pezzatura, milgiora il colore: soluzione 0,6-0,8%, 2-3 trattamenti a dosi uguali iniziando 30-40 gg. prima della raccolta, comunque prima del verificarsi del fenomeno.
  • Piante sempre verdi in vivaio
Protegge dal freddo intenso e dalle gelate moderate: soluzione 2-3%, prima dell'inverno.
  • Piante sempre verdi in parchi e viali cittadini
Protegge dal freddo, dallo smog e dalle piogge acide: soluzione 2-3%, prima dell'inverno.
  • Piante ornamentali in zone marine (palme, tamerici, cipressi)
Protegge da ustioni provocate dal vento salmastro: soluzione 2-3%, prima dell'inverno e dopo una pioggia che abbia dilavato la salsedine.
COMPATIBILITA'
Il prodotto va impiegato da solo.
Questa sostanza, ottenuta dalla resina di pino che ha particolari proprietà antitraspiranti, opportunamente diluita in acqua ed irrorata sulla vegetazione, è in grado di formare sulle superfici irrorate un reticolo più o meno fitto, simile ad una pellicola, in grado di regolare la traspirazione delle piante.
Il reticolo non ostacola la respirazione e mantiene inalterato lo scambio ossigeno - anidride carbonica, mentre rallenta la perdita di vapore d'acqua attraverso gli stomi.
La traspirazione, ovvero il processo di eliminazione dell'acqua, è una funzione fisiologica per la pianta ed è pertanto un fenomeno impossibile da eliminare specie in quegli organi che effettuano la fotosintesi.
La sede principale è la foglia ma si verifica ugualmente nei giovani germogli e nei fiori; nel caso di giovani tronchi si può avere anche la traspirazione lenticellare mediante la quale l'acqua evapora attraverso le lenticelle del sughero. Nelle piante coltivate può accadere di avere la necessità di controllare la traspirazione per diversi motivi al fine di rendere più efficienti certe pratiche agronomiche o per evitare stress alle piante in momenti particolari o ancora per trattenere l'umidità fisiologica.
In tutti questi casi, ed in altri che si dovessero presentare, il prodotto può essere di valido aiuto ricoprendo il vegetale con una pellicola invisibile ma efficace, resistente ad elastica e nello stesso tempo delicata e degradabile.
  • Dati tratti dalla scheda catalogo del prodotto Vapor Gard di Intrachem Bio Italia.
In caso di intossicazione chiamare il medico per i consueti interventi di pronto soccorso.
Se ingerito chiamare immediatamente un medico.
Prodotti contenenti PINOLENE
NU-FILM-PCoadiuvante di Cbc (europe) s.r.l.