VASSOI DI GERMINAZIONE

NOME CHIMICO 2-iodobenzanilide
FORMULA BRUTA C H INO
13 10
GRUPPO CHIMICO Azotorganici aromatici BENZOIL ANILIDI
CENNI STORICI Fungicida introdotto da BASF AG.
NOME COMUNE * CALIRUS
PESO MOLECOLARE 323,1
STATO FISICO Solido cristallino incolore.
SOLUBILITA' In acqua a 20°C 20 mg/Kg
In acetone a 20°C 401 g/Kg
In cloroformio a 20°C 77 g/Kg
In etanolo a 20°C 93 g/Kg
In etil acetato a 20°C 120 g/Kg
PUNTO DI FUSIONE 137°C
PRESSIONE DI VAPORE < 0,010 mPa a 20°C
STABILITA' Stabile fino a 50°C, in ambiente acido e alcalino.
CLASSE TOSSICOLOGICA IV
CAMPO D'IMPIEGO Fungicida ad azione sistemica, impiegato su colture or-
namentali, floricole, su ortaggi, grano ed orzo.
SPETTRO D'AZIONE Presenta un'elevata attività contro Puccinia striifor-
mis su grano ed orzo, contro Puccinia hordei su orzo, e
contro le ruggini di caffè, colture floricole ed orna-
mentali. Efficace anche contro Rhizoctonia.
FORMULAZIONI ¦ Polvere bagnabile
MODALITA' D'IMPIEGO Viene usato sia in trattamenti preventivi sia curativi.
Con formulati al 50% di p.a.: sul garofano, contro la
Rhizoctonia, si esegue il primo trattamento (4 g/mq, in
10-15 l/mq d'acqua) 2-3 settimane dopo il trapianto ed
i successivi trattamenti curativi dopo almeno 40 giorni
dal trapianto (6-8 g/mq, in 10-20 l/mq d'acqua).
Sempre su garofano, contro la ruggine, viene usato in
trattamenti preventivi ogni 15-20 giorni (150-200 g/hl
d'acqua), ed in trattamenti curativi ogni 7-10 giorni
(200-250 g/hl d'acqua).
Su crisantemo, poinsettia, calcedonia e geranio, viene
usato con dosi di 80-100 g/hl d'acqua, irrorando il
terreno con 5-10 l/mq di liquido, oppure con trattamen-
ti in vaso con 75-100 cc di liquido (in vasi con diame-
tro di 13-14 cm).
MECCANISMO D'AZIONE Interferisce sulla respirazione, inibendo l'attività
della succinato-deidrogenasi.
PERSISTENZA E' dotato di una buona persistena all'interno della
pianta.
PROPRIETA' DL 50 orale su ratto > 6400 mg/Kg
TOSSICOLOGICHE DL 50 dermale su ratto > 2000 mg/Kg
Non è irritante per gli occhi e la pelle del coniglio.