ORTHOSULFAMURON

IMPIEGHI AUTORIZZATI E INTERVALLI DI SICUREZZA (gg.)
  • Decreto 23 luglio 2008 (GU n 265 del 12-11-2008, Suppl Ord n 251):
Riso--
Note:
Applicazione in post-emergenza precoce delle infestanti.
LMR LIMITI MASSIMI DI RESIDUI (mg/Kg)
LMR in vigore dal 1 settembre 2008 come da Regolamento (CE) n 839/2008 della Commissione del 31 luglio 2008:
Frutta0,01*
Ortaggi0,01*
Legumi da granella0,01*
Semi e frutti oleaginosi0,01*
Riso0,03
Altri cereali0,01*
Tè, caffè, infusioni di erbe e cacao0,01*
Luppolo0,01*
Spezie0,01*
Piante da zucchero0,01*
Note:
(*) Indica il limite inferiore di determinazione analitica
LMR in vigore fino al 31 agosto 2008:
  • Decreto 23 luglio 2008 (GU n 265 del 12-11-2008, Suppl Ord n 251):
Riso0,03
CAMPO DI IMPIEGO
Diserbo del riso.
SPETTRO D'AZIONE
Infestanti sensibili:
Bolboschoenus (Scirpus) maritimus (Cipollino, Lisca marittima), Schoenoplectus (Scirpus) mucronatus (Quadrettone, Lans), Cyperus difformis (Zigolo delle risaie), Cyperus serotinus (Zigolo tardivo), Ammannia spp. (Ammania), Sagittaria sagittifolia (Erba saetta), Alisma plantago aquatica (Cucchiaio, Mestolaccio comune, Plantaggine d'acqua), Alisma lanceolata (Cucchiaio stretto, Mestolaccio lanceolato), Heteranthera spp (Eterantera), Lindernia dubia (Vandellia delle risaie), Echinochloa crus-galli (Giavone rosso, Pabbio).
Infestanti mediamente sensibili:
Echinochloa erecta (Giavone bianco), Echinochloa phyllopogon (Giavone bianco peloso), Butomus umbellatus (Giunco fiorito).
Le infestanti a foglia larga sono ben controllate se il prodotto è applicato entro le 2-4 foglie vere (entro le 2 foglie nel caso di Heteranthera spp.). Le ciperacee sono controllate tra 2 e 6 foglie. Il controllo di Echinochloa crus-galli è possibile se l'applicazione avviene entro 1-3 foglie.
MODO D'AZIONE
Erbicida selettivo che agisce per assorbimento fogliare e parzialmente per via radicale. Il prodotto si impiega in post-emergenza precoce delle infestanti.
Il prodotto non è residuale e quindi solo le infestanti presenti al momento dell'applicazione sono controllate efficacemente. Dopo l'applicazione le infestanti sensibili arrestano il loro sviluppo I sintomi visibili appaino dopo 10-20 giorni (ingiallimenti, necrosi).
FORMULAZIONI
Granuli idrodispersibili
MODALITA' DI IMPIEGO
Modalità e dosi di impiego riferite a prodotti al 50% di p.a. sotto forma di granuli idrodispersibili.
Dose: 120-150 g/ha diluiti in 200-400 litri d'acqua. La dose inferiore è consigliata in caso di infestanti poco sviluppate o nel caso di miscela con prodotti aventi un spettro di efficacia sovrapponibile con KELION 50 WG.
Bagnante: l'aggiunta di un bagnante non ionico (BAGIR MAX) è suggerita alla dose di 1 L/ha (0,5 L/ha con volumi si applicazione inferiori a 300 L/ha).
Volume di applicazione: si consiglia un volume di 200-400 L/ha. La barra deve essere munita di ugelli a ventaglio. La pressione di applicazione indicata è di 1-2 atm (medio-bassa).
Momento di applicazione: il prodotto si applica alla emissione della terza foglia del riso e fino ad accestimento. E' importante applicare il prodotto su piantine di riso ben radicate. Per questo motivo si consiglia l'applicazione dopo l'asciutta di radicazione. Nel caso di riso seminato in asciutta il prodotto si applica 1-2 giorni prima della sommersione. Una ridotta umidità relativa al trattamento e una carente gestione dell'acqua possono determinare una riduzione dell'efficacia del prodotto.
Gestione dell'acqua: il prodotto si applica su terreno drenato, con "acqua nei solchi". La presenza di un leggero strato di acqua, 2-3 cm non influisce negativamente sulla azione del prodotto se dopo l'applicazione l'acqua è mantenuta ferma per 2-3 giorni. Se applicato con livelli d'acqua maggiori la camera deve restare chiusa e l'acqua ferma per 5-6 giorni. In tali condizioni però l'efficacia del trattamento può essere ridotta.
COMPATIBILITA'
Il prodotto è compatibile con altri erbicidi riso ma una prova di compatibilità prima della miscelazione nella botte è suggerita. Non miscelare con bagnanti siliconici.
FITOTOSSICITA'
Alte temperature prima, durante o dopo l'applicazione potrebbero provocare sintomi temporanei di clorosi o riduzione della taglia. I sintomi sono sempre temporanei e non influiscono sulla resa finale del riso. L'applicazione con piantine di riso ben radicate riduce i fenomeni di iniziale fitotossicità.
INFORMAZIONI PER IL MEDICO
In caso di intossicazione, chiamare il medico per i consueti interventi di pronto soccorso.
Consultare un Centro Antiveleni.